Bolzano Bella - PER SALVARE LA CITTA' DAL BRUTTO CHE AVANZA Tematiche, proposte e segnalazioni dei cittadini. Alberto Filippi - Candidato sindaco 5 Stelle
Alberto Filippi su FacebookAlberto Filippi 5 stelle
“ … Noi sappiamo che la terra non appartiene all’uomo, è l’uomo che appartiene alla terra. Questo sappiamo. Tutte le cose sono collegate, come il sangue che unisce una famiglia. Tutto è connesso. Quello che accade alla terra, accade ai figli della terra. L’uomo non ha tessuto la trama della vita, in essa egli non è che un filo. Qualsiasi cosa egli faccia alla trama, lo fa a se stesso.”
(dalla risposta del Capo indiano Seattle al Presidente americano nel 1854)

QUEL PASTICCIACCIO BRUTTO DI VIA CADORNA

La sentenza del TAR ha riportato la situazione allo stato iniziale. Il valore del terreno è ritornato ad essere quello di un campo da tennis. Disperazione dei 52 soci di Confcoop e di Kvw.

In un intervista sull'Alto Adige alcuni soci sostengono che non si tratta di alloggi di lusso, ma chissà perché invece di Druso est hanno scelto via Cadorna? Forse non erano al corrente che la posizione era una delle migliori della città, insomma una posizione di lusso. Eppure erano perfettamente a conoscenza che il prezzo del terreno 7.698.767,30... CONTINUA

DEBITO PRIVATO

Per capire perché le banche hanno sempre bisogno di soldi e a chi li portano via.

Si parla in continuazione del DEBITO PUBBLICO, mentre non si sente mai nominare il DEBITO PRIVATO, come se non contasse nulla anche se è molto superiore a quello pubblico.
Nella foto sottostante, relativo a un mio studio sui dati della Banca d'Italia al 30 settembre 2012, la parte blu è il debito delle banche e delle finanziarie 84%, la parte rossa è il debito delle imprese 10% e il giallo quello delle famiglie 6%..
Per chi se la sente di approfondire. Serve anche per capire i rischi che si corrono. CONTINUA

VOLANTINI BENKO

Il peggior populismo

Al primo posto il DEGRADO : mucchi di immondizia, escrementi, siringhe, situazione indecorosa, al secondo posto SICUREZZA:scippi rapine acoltellamenti CONTINUA

CONSULTAZIONE INIQUA

Vinca il no o vinca il sì vince sempre BENKO.

Gentile Commissario,
scusi se la disturbiamo, ma la sua proposta di consultazione cittadina ci pare assomigli un po' al
gioco delle tre carte A vincere è sempre uno: chi conduce il gioco. Ed è sempre più chiaro chi è.
Oltre ai tecnici del Comune e della Provincia che hanno ignorato il verdetto definitivo del Consiglio
Comunale che ha bocciato il progetto, l'ex Sindaco che ce l'ha messa tutta per favorire la società
del condannato per corruzione, ci dispiace constatare che a dare una mano ci s'è messo pure Lei. CONTINUA

CAMBIAMENTI CLIMATICI

Un polmone verde per la città

Di fronte ai cambiamenti climatici la politica annaspa. Nel breve periodo è indispensabile ridurre le emissioni di anidride carbonica, ma come fare senza limitare la crescita economica? Non si può certo limitare la produzione industriale (precipiterebbe il PIL). Ridurre il traffico? CONTINUA

LETTERA COMPLETA INVIATA AL DIRETTORE DELL'ALTO ADIGE, ALBERTO FAUSTINI

Inquinamento elettromagnetico: approvato il nuovo regolamento peggiorativo per la salute dei cittadini di Bolzano

Gentile Direttore,

seguo la sua rubrica sulla pagina delle lettere. Lei dimostra senz'altro di avere una buona cultura classica e perciò forse, mi permetta la critica: preferisce non intervenire quando si parla di numeri o di argomenti dove si sente meno sicuro: ambiente, economia, finanza e fatti che mettono in cattiva luce personaggi importanti della città, specialmente se di una certa area politica. Non dico che, in questi casi, lei non dissenta da certe iniziative deplorevoli, ma la sua critica appare bonaria.

E' notizia di questi giorni che la Commissaria, CONTINUA

LIBRO BIANCO DEI BANCARI SULLE EVASIONI FISCALI

Nel ricordo di ALEXANDER LANGER

Il libro ebbe una forte eco sulla stampa locale e nazionale (LA STAMPA di Torino in particolare che apri la prima pagina), facendo partire indagini a tappeto su oltre 100 evasori fiscali.
Langer tenne inchiodato per sette ore il Consiglio Provinciale, leggendo i passi più importanti del libre mentre Silvius Magnago saltava sulla scranna come un grillo.
Una pagina della nostra storia economica.
Ne seguiranno altre.
CONTINUA

DISCARICA CASTELFIRMIANO

Una storia infinita di mala politica

Il Comune è di fatto diventato proprietario dell'impianto sportivo con annessi e connessi in data 17-07-1995. Tuttavia ha dovuto aspettare ben 10 anni, con innumerevoli solleciti, per ottenere dall'ENDAS la necessaria collaborazione per ricevere la documentazione urbanistico edilizia, in possesso dell'associazione costruttrice, necessaria per definire d'ufficio la procedura.
Nel frattempo l'ENDAS ha continuato imperturbabile la sua attività sportiva, fino a quando è stata sospesa nel 2014 a causa delle maleodoranti e tossiche esalazioni che provenivano dalla discarica.
Una storia che ha dell'incredibile e dove le responsabilità del Comune e dell'ENDAS, presieduta da Gianfranco Jellici, sono evidenti. CONTINUA

LE RAGIONI DEL NO A BENKO

Nessun interesse pubblico economico;analisi costi/benefici -negativa, ma si è preferito ignorarla

I sostenitori di Benko sostengono che la Provincia e il Comune ricaveranno un aumento delle imposte, soprattutto grazie all'IVA che la società incasserà. L'IVA viene calcolata sulle vendite di prodotti e servizi in Alto Adige e dipende dalla propensione al consumo. Propensione in discesa nei valori totali da anni. La stessa sorte per l'imposta. Se nel centro commerciale aumenteranno le entrate dell'IVA; nei negozi, supermercati e altre strutture di vendita diminuiranno CONTINUA

Kaufhaus Bozen - Una catastrofe sotto ogni punto di vista!

Crisi di saturazione e indotto negativo

Gli ultimi 10 anni di forsennata politica edilizia in Alto Adige e a Bolzano sono stati disastrosi per la città.
I dati catastali parlano chiaro 52.693 nuovi alloggi e 59.648 garage costruiti in provincia, di cui 4993 alloggi e 10679 garage a Bolzano contro un aumento della popolazione di circa 7.000 unità, quasi interamente di immigrati che notoriamente vivono insieme numerosi.
Il risultato di questa politica parla chiaro: basta leggere l'Alto Adige di sabato 11 luglio:” Inquilini morosi, crollo affitti”. Sempre lo stesso giornale occupa ben sei pagine del Tribunale di Bolzano per esecuzioni immobiliari e procedure fallimentari CONTINUA

FUORI DALL'EURO E' MEGLIO

Quello che gli economisti di regime non dicono

Le ragioni di convenienza non mancano e sicuramente sono superiori a quelle di permanenza.
La prima riguarda il recupero della sovranità monetaria regalata a questa Europa monopolizzata
dalla Germania.
Paesi come la Danimarca, la Polonia e la stessa Inghilterra non hanno nessuna intenzione di sposarel'euro per il semplice motivo che sono sicuri di stare meglio con la loro moneta che permette loro di non dover chiedere alla BCE di esercitare manovre monetarie come il Q.E (quantitative easing).
SOVRANITA' MONETARIA
Nei testi di economia la politica monetaria CONTINUA

DEMOLIZIONE CASA VIA CESARE BATTISTI

Richiesta di sospensione della licenza edilizia per abuso di cubatura

La richiesta di sospensione della licenza edilizia per aumento illecito di cubatura riguarda la costruzione di un fabbricato residenziale in seguito alla demolizione della casa monofamiliare che era in via Virgilio.
C'è un detto che ricorre spesso per le pratiche edilizie presentate in Comune: a qualcuno si dice sempre di sì, a molti sempre di no. CONTINUA

5 anni a 5 Stelle

Rendiconto dell'attività del M5Stelle nel Comune di Bolzano

Tutta l'attività dentro e fuori dal Comune CONTINUA

MANI SULLA CITTA'

Meglio Il gruppo finanziario SIGNA o TOSOLINI?

Nessuno dei due sarebbe da dire, ma ci sono
differenze preoccupanti.
Una pagina di storia economica dell'Alto Adige confrontare con quello che sta accadendo oggi. CONTINUA

COME SI FA A FAR SOLDI

Il Sindaco non ha capito nulla del pensiero di Alex Langher

Il Sindaco Spagnolli si è convertito al pensiero "langheriano"
Langer aveva fondato un giornale che si chiamava TANDEM.
Ho trovato un articolo del 1985 in cui si parla male di un amico del Sindaco.
CONTINUA

ASSOCIAZIONI AMICHE E MENO AMICHE

LA COMUNE discussione in Commissione Cultura

Nella commissione cultura del 15 ottobre 2015 si è discusso della prima tranche del contributo da destinare alla circolo La Comune.
Dopo l'audizione della legale rappresentante dell'associazione è iniziata la discussione fra i membri della commissione.
Si chiede a che punto sia il rapporto e il confronto con La Comune anche rispetto alla Provincia. La stagione che viene proposta dalla Comune è importante, ma diventa sempre di più un’attività di agenzia...
Si concorda CONTINUA

A pagare sono sempre i soliti

Occupazione suolo pubblico

Agli espositori del mercatino delle pulci si fa pagare per mezza giornata di frequenza al mese 1280 euro. Ai proprietari di ville e villette per l'occupazione continuata di suole pubblico non si fa pagare nulla. CONTINUA

Il bosco è vita

Ogni pretesto è buono per abbatterlo

Ogni anno puntualmente la SVP di Bolzano presenta il conto da pagare al suo elettorato contadino o presunto tale. Non c'è da stupirsi se ciò sia avvenuto alla vigilia delle elezioni.
L'assessora all'Urbanistica si presta volentieri al giochino presentando l'elenco delle suppliche come un prete durante la messa.
Puntualmente l'anima contadina del Consiglio Comunale CONTINUA

CAMPI ELETTROMAGNETICI

l’appello di medici e scienziati contro l’innalzamento dei limiti

Ripreso dal "Fatto quotidiano" dell'1/03/2015:

Sta suscitando notevole dibattito in questi giorni sia nella comunità scientifica che in associazioni e comitati la possibilità che il governo modifichi- innalzandoli- i limiti attualmente in essere per la protezione della salute umana dall'esposizione a campi elettromagnetici non ionizzanti (CEM).

Al riguardo,

CONTINUA

MEDIA AUFSCHNAITER

La scuola rimarrà al suo posto

La Mozione del M5Stelle passa all'unanimità in Consiglio Provinciale grazie alla sinergia fra i consiglieri comunali e il consigliere Provinciale Paul Koellenspergher
CONTINUA

FERMIAMO BENKO

Contro BENKO, contro, contro

Partecipiamo due riunioni da non perdere:fermiamo la distruzione della città CONTINUA

FUSIONE AE - SEL

AEW che avrà il 42% di azioni salva SEL che avrà il 58%

Finora è costata circa 1.500.000 euro per le consulenze di Banca IMI, Mackenzie, Rothschild e studi legali. Spese divise a metà fra SEL e AEW, ma i costi di questa fase preliminare sono destinati ad aumentare. Capitale sociale previsto un miliardo di euro... CONTINUA

PROGETTO BENKO

Riqualificazione o degrado?

Prima di tutto occorre chiedersi perché una grande società finanziaria come la Signa investe investe 200 – 300 milioni (ma cercheranno di fare di tutto per ridurre di molto la spesa) nella nostra città?
File presentazione odp CONTINUA

Il contratto di vendita della scuola media Aufschnaiter

Sono passati 5 anni e il Comune non ha ricevuto un euro

La scuola è finita nei residui attivi (crediti) nell'agosto 2010 con tanto di contratto stipulato fra la Provincia e il Comune, firmato Luigi Spagnolli e Luis Durnwalder.
Nel contratto si permutano una serie di immobili:
- il Comune cede il Conservatorio Monteverdi per 17.392.000, terreni edificabili per 339.700, e la scuola Aufschnaiter con l'ex comando dei vigili urbani per 20.983.000 euro + 693.613 per i costi di progettazione per la ristrutturazione della stessa;
la Provincia cede al Comune l'areale del Pallaonda per 2.000.000 e s'impegna ad acquistare per il Comune, a un prezzo ritenuto congruo, dall'ordine dei Francescani, CONTINUA

Bilancio di previsione 2015 del Comune di Bolzano

Più ombre che luci

La luce principale riguarda la diminuzione dell'indebitamento: 92 milioni con una diminuzione di 12 milioni rispetto al 2014.
Per dare un giudizio definitivo però si dovrebbero prendere in considerazione i crediti (residui attivi) vantati dal Comune per verificare l'esigibilità degli stessi.
La tabella dei residui è formata da tre colonne. Nella prima il valore iniziale CONTINUA

MEGASTORE BENKO IN CENTRO BOLZANO

Il Comune sposa il progetto del Finanziere austriaco Benko, ma il matrimonio rischia di costare caro

In questi pochi mesi che mancano alle elezioni politiche per il rinnovo del Consiglio Comunale di Bolzano ferve un'intensa attività della Giunta Comunale soprattutto, come sempre, nel settore edilizio, quasi si volesse dimostrare di aver realizzato qualcosa d'importante per la città.
Basta girare la domanda ai cittadini di Bolzano sull'attività di coloro che hanno governato la città per ottenere la risposta. Quasi nulla, se si esclude il Museo della Storia tra le due guerre mondiali all'interno del Monumento alla Vittoria CONTINUA

Speculazione edilizia in via Cadorna

Il Comune poteva ottenere il terreno a 1/5 del prezzo di vendita

I vantaggi dello scambio di proprietà fra Comune e Provincia
per il nostro Vicesindaco sarebbero: l'inserimento del museo archeologico dentro il museo civico sotto la guida della Provincia che si accollerebbe le spese di ristrutturazione e poi la plusvalenza che il comune incasserebbe dalla cessione dell'immobile che, da bravo assessore allo sport, propone di destinare per migliorare gli impianti sportivi esistenti. Peccato che da assessore al patrimonio non sia stato altrettanto capace. L'occasione ghiotta l'ha avuta con l'area degli ex campi da Tennis di via Cadorna. La ha acquistata, insieme a altri due soci a 677.480 euro.nel 2002. L'area è rimasta di proprietà della 3 L srl dove ricopriva la carica di Vicepresidente
CONTINUA

CAMTIERI ETERNI - Occasione persa in Consiglio Provinciale

Mozione del M5Stelle: 16 a favore e 16 contrari. Non passa.

La speculazione edilizia è la naturale alleata della bruttezza che svilisce le nostre città. Case e condomini mai ultimati diventano cantieri eterni, rifugio per ratti e disperati, che hanno un evidente impatto negativo sulla stessa estetica della città. Chiedete ai residenti di Firmian o della zona Piani-Rencio quanto sono contenti di vivere da anni accanto agli scheletri di Tosolini... E la ferita della ormai famigerata “villa Gostner”? CONTINUA

Inquinamento elettromagnetico

Invito alla conferenza del Professor Levis

375 pubblicazioni. Professore di citogenetica all'Università di Padova ..e il resto lo scoprirete nell'invito CONTINUA

VIOLENZA PRIVATA IN VIA GARIBALDI 20

Il miliardario Benko uda tutti i modi per costringere alla vendita le due famiglie che non hanno nessuna intenzione di andarsene.

Per Hegel e Marx la fine della storia si sarebbe raggiunta quando si sarebbe risolta la contrapposizione fra signori e servi. Tutti avrebbero avuto accesso a tutto e non ci sarebbero state più guerre, l'unico neo una vita un po' noiosa.
Oggi i magnati della finanza costituiscono la nuova signoria. Hanno sostituito la grande borghesia industriale. Pensano di poter soddisfare tutti i loro desideri CONTINUA

Inquinamento elettromagnetico

In aumento a Bolzano con l'aiuto del Comune che mette nuove antenne

In via Rio Molino è sorto un gruppo di iniziativa fra gli abitanti della zona.
La scintilla che ha fatto scoppiare la protesta è stata la costruzione nottetempo di un'antenna alta una quarantina di metri nella giardineria comunale.

Il Gruppo scrive:

“Con un'azione furtiva, il sindaco di Bolzano, nato e cresciuto nella Giardineria Comunale, ha
lasciato che calasse la notte per far installare un ripetitore alto 40 metri davanti a coloro che abitano.
Oltre 120 ripetitori CONTINUA

INCENERITORE DI BOLZANO

Il 60% della raccolta è umido

I dati trionfalisti esibiti dall'Assessora Trincanato sono superficiali e non tengono conto del problema principale: l'inceneritore.
La raccolta della plastica è aumentata del 180%. Il dato sarà veritiero, ma non si scopre l'altra faccia della medaglia:
- il consiglio ha approvato un emendamento (firmato anche dal sottoscritto) affinché qualunque tipo di plastica potesse essere raccolto nell'apposito contenitore per essere riciclato;
- dentro i bidoni della plastica finisce una buona quantità di indifferenziato proveniente anche da fuori città. CONTINUA

La storia del PIL

ecco perché in Italia non riesce a crescere

La ricerca di strumenti informativi capaci di dimostrare la solidità di un paese, da sempre è stata una priorità economica. Per secoli l'oro e la potenza militare costituivano gli elementi principali. Con gli accordi di Bretton Woods (1944) si stabiliscono le nuove regole monetarie. Perde peso l'oro che viene sostituito dalle divise dei paesi vincitori, USA e Inghilterra in testa.
Solo intorno agli anni 70
Una minoranza di economisti insiste per una valutazione diversa : il benessere delle popolazioni dei vari stati. CONTINUA

CALCOLO DELLO SFITTO A BOLZANO

Uso strumentale dei dati

La relazione della sistema Snc, società, che da più di vent'anni, fornisce al Comune di Bolzano, i dati relativi alla situazione abitativa, come le altre relazioni, e in primis come per il Masterplan, (costato alle casse comunali 300.000 euro) finisce per giustificare i programmi della maggioranza che amministra la città, più che a fornire un quadro più o meno realistico del fabbisogno edilizio.
Il loro uso sembra finalizzato per giustificare scelte politiche più che informative. E lo si può capire, visto che le elezioni comunali sono alle porte.

Si parte dal numero dei contatori che in tre anni sono CONTINUA

Dalle Nogare - IPES

Il fabbisogno che non c'è

Il Presidente dell'IPES per giorni ha dichiarato alla stampa che era un atto dovuto affidare alla Società Dalle Nogare la costruzione dei 93 alloggi oltre via Resia, anche se era l'unico concorrente rimasto in gara. Poi la bocciatura della commissione Ipes lo ha clamorosamente smentito.
I casi sono due: o il Presidente dell'IPES non era a conoscenza dei limiti della proposta o la decisione è venuta dall'alto
Il pianto del Presidente è continuato prendendo di mira lo straordinario fabbisogno di alloggi sociali nella città di Bolzano.
Dichiara alla stampa: “Ben 304 richiedenti oltre i 25 punti. Togliendo CONTINUA

TERRENI ACQUISTATI CON MILIONI DI SOLDI PUBBLICI PER ESSERE EDIFICATI E RIMASTI INUTILIZZATI DA 12 ANNI

Uno scandalo che coinvolge Comune e Provincia

Riteniamo che il bando Ipes relativo ai 100 alloggi oltre via Resia potrebbe avere le caratteristiche per diventare la punta dell'iceberg di uno scandalo di più vaste dimensioni..
Ne spieghiamo i motivi. La procedura che ha acconsentito l' accesso al bando dell'area Mair Defranceschi presenta gravi irregolarità, sia per quanto riguarda l'approvazione in Consiglio Comunale, sia per la successiva approvazione in Commissione Urbanistica.
La pratica ... CONTINUA

FORMA E SOSTANZA

Resistenza del M5S contro la debitocrazia

Sui giornali di questi giorni si parla della nascita del nuovo fascismo a 5 Stelle. Dal pulpito di Letta: “da Grillo barbarie senza fine” ; dalla Presidente della Camera : “ ..potenziali stupratori che poi si lamenta per le rassicurazioni di Messori e qui mi fermo e invito a leggere sul Fatto Quotidiano l'infinito elenco di offese ricevute dal M5S.
Certe frasi i nostri parlamentari avrebbero potuto risparmiarsele CONTINUA

Conflitto d'interesse e lobbyng in Consiglio Comunale

Per 100 alloggi sociali oltre via Resia

Qualche anno fa l'impresario Dalle Nogare costruì alcuni edifici a Egna. Con la crisi dell'edilizia sopraggiunsero difficoltà di vendita. Cosicché decise di offrire un complesso di appartamenti all'IPES. L'affare, una decina di appartamenti, fu valutato vantaggioso per l'IPES (2200 euro al mq) e probabilmente anche dall'imprenditore. La pratica partì dagli ufficio dell'edilizia abitativa sociale. Se ne occupò la Dirigente di nomina politica che appare spesso nelle cronache mondane insieme al costruttore.
L'amicizia non è un reato, ma può essere una chiara ragione di conflitto d'interesse CONTINUA

SPECK MADE IN SUDTIROLO E' UNA TRUFFA?

Lo speck prodotto in Alto Adige può nuocere gravemente alla salute ?

La denuncia della rivista "Internazionale" sull'allevamento intensivo dei suini in Germania ci riguarda da vicino CONTINUA

REDDITO DI CITTADINANZA INCONDIZIONATO

Una proposta rivoluzionaria

La proposta è partita dall'Associazione europea per il reddito di base incondizionato. E'rivolta alla Commissione Europea, attraverso una raccolta di firme in tutti gli stati dell'Unione. Solo alcuni paesi hanno raccolto più delle firme necessarie. L'Italia è indietro.
Chi è interessato s'affretti a firmare. La raccolta scade il 14 gennaio 2014.
http://basicincome2013.eu/ubi/it/firmare-liniziativa/.

Con l'Utopia di Thomas More, pubblicata nel 1516 a Lovanio inizia il discorso dell'assistenza ai poveri. Sempre a Lovanio, dieci anni dopo, un professore dell'università, amico di Moro, pubblica il primo trattato su un reddito minimo garantito come forma assistenziale per i poveri
CONTINUA

Attrazioni Fatali

Come si rendono invivibili le città e si fanno scappare gli abitanti. Venezia non è sola.

Come al solito si pensa di poter uscire dalla crisi con lo spreco di risorse, seppure si sappia che sono sempre più scarse.
La nuova moda viene da Dubai e si chiama “attrazione”. Nella nostra regione Trentino Alto Adige le due province sono entrate in concorrenza fra di loro offrendo richiami , con tanto di brand CONTINUA

Land grabbing

Ia nuova forma di neo colonialismo

Con la dichiarazione della società civile "Land grabbing by pension funds and other financial institutions must be stopped", 65 gruppi europei e internazionali della società civile, ambientalisti e contadini, compresi Friends of the Earth Europe, Campagna per la riforma della Banca Mondiale, Slow Food e Mani Tese, chiedono ai governi e alle istituzioni finanziarie «Di porre fine all'accaparramento delle terre finanziato.. CONTINUA

Basta con la distruzione del territorio

Il consumo di territorio in Alto Adige e a Bolzano

Un'attenta analisi dei dati catastali può far comprendere la straordinaria quantità di consumo di territorio nell'ultimo decennio in provincia di Bolzano e nel capoluogo.
La tabella sottostante mostra l'evoluzione quantitativa delle principali tipologie di immobili.
CONTINUA

TERRE RARE

I limiti sociali all'innovazione

E' luogo comune che l'innovazione sia la panacea per risolvere tutti i problemi che ci affliggono: l'occupazione, la crisi economica, il benessere sociale, la salute, ecc.
Non si ammettono repliche o critiche, l'innovazione rientra fra i (falsi) miti del nostro tempo.
Parlare di innovazione e non conoscere le problematiche relative alle cosiddette “terre rare” è come voler parlare di pittura e non sapere chi è Giotto.
Il 21/05/2013 alle ore 12:15 Borsa Italiana pubblicava CONTINUA

POLO BIBLIOTECARIO

Città divisa

In questi giorni il progetto del nuovo polo bibliotecario, con conseguente demolizione delle scuole Pascoli, sta dividendo in due la città ed il mondo politico locale. Più ci si avvicina alla decisione definitiva e più i dibattiti sul tema si fanno frequenti e accesi. Alcuni vorrebbero sfruttare l’occasione per farne un motivo di scontro politico. C’è anche chi vorrebbe, per comodità o qualunquismo, far passare CONTINUA

POLO BIBLIOTECARIO

Danno patrimoniale e d erariale?

Resisteremo in tutti i modi alla distruzione dell'edificio ex scuole Archimede - Pascoli – Longon.
Il danno patrimoniale che subirà il Comune e i cittadini è elevato come la spesa per la demolizione e ricostruzione valutata in circa 90 milioni di euro poiché nel costo si deve aggiungere il valore del terreno, 23 milioni (sottostimato) CONTINUA

Tre speculazioni in una

Nuovo carcere di Bolzano

Il terreno del carcere di Bolzano è stato acquistato per metà al Gruppo Podini e per metà all'impresa Rauch, tramite la Landwirtschaftliche Gesellschaft Landkast SRL. Proprietà acquisita con un preliminare di vendita al prezzo di 255 euro al mq. nel 2008 (quando già si sapeva dove sarebbe stato realizzato il carcere).I contratti definitivi sono stipulati il 13-09-2011. Il prezzo finale di vendita 10.831.904 euro.
Il valore d'esproprio pagato dalla Provincia è di 15.800.00 CONTINUA

Affare del momento

Centri commerciali in Cittò

Quello che sta accadendo nella nostra provincia in questi giorni d'estate è di una gravità inaudita: la svendita del territorio ai privati che hanno nomi e cognomi noti e che rappresentano la grande speculazione edilizia.
La controriforma urbanistica fomenta e favorisce questo cancro che sta riempiendo di cemento inutile le città, in particolar modo il capoluogo. .
La decisione di determinare i valori d'esproprio per opere di pubblica utilità a prezzi di mercato cos'è ? CONTINUA

Il patrimonio del Comune di Bolzano

Affitti pagati, alloggi sociali vuoti e affitti riscossi

Il Patrimonio del Comune è composto da circa 700 alloggi sociali e da più di trecento immobili a uso commerciale.
Parecchi sono inutilizzati. A cominciare dagli 83 alloggi sociali in ristrutturazione.
Per il commerciale in disuso c'è un impianto di gioco bowling libero in viale Europa, qualche locale in fase di assegnazione temporale. Tre negozi CONTINUA

FONDI PENSIONE INTEGRATIVI

Come la finanza si porta via una fetta dei redditi di lavoro

La nazionalizzazione dei fondi pensione complementari sarebbe una proposta rivoluzionaria che, in Italia, troverebbe il favore di 5,5 milioni di iscritti. Vittime che crescono a un ritmo del 5% annuo.
Così recita l'ultima relazione della COVIP autorità di controllo sui Fondi Pensione: “Alla fine del 2011 le risorse destinate alle prestazioni pensionistiche erano pari a 90,7 miliardi CONTINUA

Vera economia e economia di spreco

Proposta per rilanciare l'occupazione

n questa fase politica è necessario presentare proposte economiche alternative e credibili volte ad aumentare l'occupazione. Occorre puntare su ciò che è necessario al paese e ai cittadini e non su ciò che può servire ai poteri forti.
La proposta più credibile, sostenuta da molti intellettuali perbene e dal M5S CONTINUA

CENSIMENTO ALLOGGI SFITTI A BOLZANO

Con gli uffici vuoti si superano abbondantemente 4000 alloggi

La ricerca quest'anno è ancora più completa con il conteggio degli alloggi IPES e del COMUNE vuoti.
La Pasquali rimane indietro, riduce perfino il vuoto del Comune 67 anziché 83. Peccato! L'assessorato al patrimonio ci ha fornito i tabulati degli alloggi in ristrutturazione via per via e fino ad una settimana fa erano 87. Tira fuori ancora la giornata CONTINUA

Centro Tutela Consumatori e Utenti di Bolzano

Cosa succede al Centro Tutela Consumatori e Utenti ?

Sono stato fra i fondatori del Centro e anche il primo presidente, carica che ho ricoperto per parecchi anni.
L'associazione nel 2012 ha avuto entrate per 1.600.000 euro, la maggior parte 958.000 sono contributi statali e europei per progetti e informazione ai consumatori (+18%). Le risorse proprie sono 237.000 (- 10% rispetto al 2011), soldi CONTINUA

ALLOGI PER IL CETO MEDIO IN VIA CADORNA

Confcoo prende di mira l'argine del Talvera

Non è da molto tempo che il Vicesindaco Ladinser è uscito dalla società 3L SRL proprietaria del terreno in Via Cadorna dove si vogliono costruire 45 alloggi per il ceto medio a riscatto.
Ladinser è uscito dalla società il 22 febbraio 2010 quando già da diversi anni ricopriva la carica di assessore.
Alla costituzione d CONTINUA

COOPERATIVE EDILI

Esiste ancora lo spirito cooperativo o sono diventate imprese che perseguono finalità di utile

In merito alla polemica relativa alla diminuzione delle metrature nel nuovo quartiere di via Druso, ritengo che pochi abbiano colto il motivo del reclamo delle cooperative.
Logica vorrebbe che fossero contente: più appartamenti da costruire più famiglie accontentate, maggiori utili. Già maggiori utili perché le cooperative di oggi non sono più quelle di una volta CONTINUA

GOVERNO E DECRESCITA

La soglia della Felicità 2.0

Nell'editoriale di venerdì 22 Marzo, il prof. di economia Gianfranco Cerea fa il resoconto,
da un futuro prossimo (già da quest'anno 2013), degli effetti concreti dell'applicazione della decrescita felice, di cui si incomincia a parlare anche nei media.
L'articolo, originale nella forma, pieno di sarcasmo, boccia senza appello la decrescita felice. Io non sono d'accordo con la visione del prof. Cerea (nel 2013 si dovrebbe parlare di "recessione economica" e non di "decrescita", che è un'altra cosa) e provo a fare anch'io il resoconto.. CONTINUA

MEGASTORE BENKO

Bolzano paese dei balocchi

Basta che un miliardario austriaco porti un progetto firmato da un famoso architetto, per avere l'apprezzamento entusiasta della politica cittadina. Per il Sindaco è un'occasione da non perdere per risanare le finanze del Comune. L'Assessora Pasquali va più in là CONTINUA

Lettera al Direttore del quotidiano Alto Adige

La campagna politica del Direttore

Ho scritto una lettera al Direttore dell'Alto Adige che negli ultimi giorni, oggi compreso, si è dato un gran daffare per sostenere il PD dal pericolo M5Stelle.
I nostri testi sono stati scartati, al contrario ogni lettera contro di noi ha avuto la sua benevola approvazione.
Oggi il suo capolavoro letterario nell'articolo di fondo contro i distruttori senza proposte. La nostra lettera, doverosa da riprendere, è stata buttata nel cestino.
In questo modo l'Alto Adige, grazie al suo Direttore, .. CONTINUA

Risposta all'assessora Pasquali

Ecco gli aumenti di cubatura

"Si fecisti nega" è uno dei sofismi più usati dai politici. Negare sempre anche se è vero.
Il caso della negazione degli ampliamenti illeciti di cubatura nel complesso Mendola 2, sostenendo che invece c'è stata una diminuzione è solo uno dei tanti casi.... CONTINUA

Interrogazione al Sindaco

Richiesta di dimissione dell'Assessora all'urbanistica

I motivi sono contenuti nell'interrogazione. Noi pensiamo che ci sia un conflitto d'interessi oggettivo. Pensiamo che non si possa consegnare l'Assessorato all'Urbanistica a chi ha interessi, parenti stretti e amicizie nel settore, senza con ciò indicare responsabilità soggettive sulle quali occorrerebbe fornire prove certe.
A nostro avviso non può bastare farsi sostituire quando si discutono questioni che interessano l'attività familiare, anche se la legge (per noi sbagliata) rimedia in questo modo... CONTINUA

Filosofia e programma del Movimento 5 stelle

Per un equilibrio multidimensionale della vita umana

Vi sono alcune dimensioni della realtà che di fatto dominano il senso della nostra vita. Una di queste è il lavoro, sempre più totalizzante e capace di condizionare altre dimensioni: la salute, il territorio, l'ambiente, la stessa pace, il tempo libero, le relazioni con l'altro, gli affetti familiari. Dimensioni dalle quali dipende il nostro benessere.
Il lavoro è sottomesso all'economia, altra dimensione dominante. A sua volta quest'ultima è sottoposta alla finanza, la cui filosofia è CONTINUA

INQUINAMENTO CITTADINO

Mercatino - Grandi Firme in Via museo - inquinanti a fior di pelle..

C'è un dato che continua a crescere nonostante la crisi: il numero di automobili. In provincia nel 2009 se ne contavano 260.602 al 31-12-2011 se ne contavano 269.232. Le auto a Bolzano nel 2009 erano 53.304 a fine 2011, in base alla crescita registrata sarebbero state più di 55.000. In Comune è già allo studio il progetto Bolzano-Groviera per interrarle tutte, incaricata la società Grata e Vinci.
Alle auto si devono aggiungere gli elementi CONTINUA

ANSITZ WEGGENSTEIN - IL SEGUITO

regalati 2000 metri cubi, nonostante la sentenza del TAR

Ci sono novità per la lunga disputa edilizia sulla Proprietà della Ansitz Weggenstein.
In data 3 ottobre 2012, (quando già la società aveva dato il via ai lavori, nonostante non potesse farlo per la condizione sospensiva che subordinava la concessione edilizia alla decisione finale del Consiglio di Stato) la Commissione edilizia Comunale approvava all'unanimità un aumento di cubatura di 2.000 metri cubi, CONTINUA

Cemento nel verde cittadino

Concessione edilizia di favore

E' una vera e propria mania della gru quella di aggredire ogni fazzoletto verde della città per costruirci sopra nuovi edifici, specialmente se sono in zone di pregio.
Sembra di assistere ad un processo di impermeabilizzazione del territorio senza fine.
In via Mendola, il Comune ha concesso la licenza per un palazzo alto venti metri e un altro minore nell'area verde, davanti ad altri condomini ai quali sarà tolta la vista.
Nell'area sportiva degli ex campi di tennis di Via Cadorna si vogliono costruire case per il ceto medio (con redditi familiari che superano i 90.000 euro). CONTINUA

ABUSO DI INTERNET

Internet ci rende pazzi? Panico, depressione, psicosi. Stare sempre online modifica il nostro cervello. L’articolo di Newsweek

Tweet, post, chat, email. Tra smartphone e social network, trascorriamo
online gran parte della nostra vita. Eppure studi recenti indicano
che internet ci fa sentire soli e depressi. E potrebbe essere all’origine
di alcuni disturbi psicologici .
CONTINUA

RIVOLUZIONE SCEC

Un tentativo per difendere l'economia locale

In tutta Europa è un fiorire di tentativi di introdurre monete locali. In effetti non si può parlare di monete vere e proprie poiché l'emissione non è legalmente possibile. Così la funzione principale della moneta di moltiplicatore del credito non si può esplicare. Ciò nonostante nei casi estremi (Argentina) le monete locali sono riuscite a sopperire a tale mancanza suscitando forme straordinarie di coesione sociale e solidarietà.
Già negli anni 70/80 CONTINUA

CONFCOOP SUPERATTIVA

Cemento anche nel Parco Mignone

In questo momento la Confcoop è sicuramente la più intraprendente e spregiudicata fra le cooperative edilizie che operano in città.
Fautrice dei più impopolari garage sotterranei a ridosso dell'argine, sotto le passeggiate del Talvera, è stata superata per spregiudicatezza solo dal progetto di un ex sindaco – durato qualche giorno – che sotto le passeggiate aveva addirittura progettato un' avveniristica superstrada. E' interessata CONTINUA

Rettifica parziale all'artico apparso sull'Alto Adige del 23-09-2012

Censurato il finale scomodo

Seguo l'argomento dello sfitto a Bolzano da più di trent'anni.
E' un argomento delicato poichè è collegato in un modo o nell'altro al fabbisogno abitativo e al consumo del suolo urbano.
Mi spiego meglio. Il censimento del 1991 segnalava 3000 abitazioni vuote a Bolzano (poco meno del 10% del totale).
La cifra impressionò l'opinione pubblica poiché esisteva un reale fabbisogno abitativo. La causa dello sfitto era dovuta quasi esclusivamente alla speculazione edilizia generalizzata. Invece di comprare azioni era più sicuro comprare case. Il preliminare di compravendita aveva assunto addirittura il carattere di un derivato. Domanda CONTINUA

La crescita infinita del cemento a Bolzano

Fabbisogno inventato a pagamento

Ho assistito alla presentazione dello studio “ La casa a Bolzano aprile 2012” che ha prodotto il solito opuscolo di una cinquantina di pagine, commissionato periodicamente, da forse più di vent'anni, alla Società Sistema SNC.
A Peter Morello l'onere di illustrare lo studio. Dico onere perchè ho notato un certo imbarazzo nelle parole del relatore, come se fosse poco convinto dei dati che illustrava, quasi CONTINUA

TWENTY - la commissione provinciale boccia il raddoppio

Stupore e delusione dell'Assessora e rabbia del Sindaco

Il Sindaco è furioso per la bocciatura del raddoppio del Twenty nella commissione provinciale per motivi ambientali:
“Il Comune dovrebbe chiedere i danni per il lavoro buttato”
“Certi tecnici si mettono i paraocchi come i cavalli”.
Certi tecnici questa volta hanno dimostrato di essersi tolto il paraocchi, mentre certi politici purtroppo hanno il paraocchi impiantato nel cervello che non si può togliere. CONTINUA

Case per il ceto medio in Via Cadorna

altro che ceto medio !

a commissione edilizia è presieduta dall'Assessore all'urbanistica di professione architetto come il marito. Entrambi interessati, come la famiglia d'origine, al settore edile, al quale devono una buona parte della loro agiatezza. All'interno della stessa commissione non mancano altri consiglieri il cui benessere è direttamente proporzionale all'aumento del cemento e per i quali il fabbisogno abitativo non può che aumentare sempre, nonostante le migliaia di alloggi, negozi, uffici e capannoni chiusi.
Non c'è da stupirsi che in commissione e in Comune, dove lo stesso Vice Sindaco si definisce immobiliarista, CONTINUA

Il Sindaco di Nova Levante risponde

Non sarebbe male, ma Le confermo anche che li non ci sara' mai un impianto da sci

Le posso rispondere come segue:

l'idea per un impianto di risalita con relativa pista nella foresta del Latemar sarebbe, sciisticamente parlando, neanche male. Fino adesso questa idea non e venuta ancora a nessuno. Conferma percio' che e frutto della sua immaginazione come Le confermo anche che li non ci sara' mai un impianto da sci.
Comunque non ho bisogno di vedere le foto sul suo sito, perche ero sul posto parecchie volte.
Vorrei ricordarLe infine I miei consigli contenuti nella mia mail precedente.
Saluti

Risposta al Sindaco di Nova Levante

Scempio nella Foresta del Latemar

Mangerei volentieri il formaggio prodotto dal latte delle mucche del Latemar. Amo il prodotto tradizionale. Peccato che al mercatino dei contadini del mercoledì, che si tiene di fronte al municipio, l'unico formaggio tipico lo venda un piccolo allevatore di Nova Ponente.
Le statistiche parlano chiaro da 144.196 bovini del 2000 si è passati a 132.776 del 2010. Le mucche in Alto Adige diminuiscono perché nel Tirolo austriaco il costo del latte è CONTINUA

LA CRISI E I PROGETTI INUTILI FINANZIATI CON I CONTRIBUTI PUBBLICI.

Il caso del comprensorio turistico Carezza - Passo Costalunga

Il lago di Carezza è l'attrazione principale del comprensorio Latemar – Rosengarten, richiama decine di migliaia di turisti tutti gli anni. E' famoso per i suoi colori, che la leggenda di Ondina sfuggita alle mire dello stregone vuole raccolga tutti quelli dell'arcobaleno.
I due gruppi dolomitici sono altrettanto famosi tanto da essere stati posti sotto la tutela dell'UNESCO.
Il complesso sciistico, invece CONTINUA

VAL DI VIZZE: TUTTI ASSOLTI

Durnwalder: Impossibile mettere in sicurezza il territorio

l Bauernbund, qualche settimana fa, lanciava un grido d'allarme sul consumo di suolo agricolo (pari a 200 ettari l'anno dal 1968 al 2007). Una cifra enorme per l'Alto Adige, dove la maggior parte del territorio non è coltivabile. Nell'articolo si faceva l'esempio di una superficie pari ad uno stadio cementificata ogni giorno.
“ Negli ultimi dieci anni il riscaldamento globale ci ha regalato tra i 10 e i 15 mila ettari di boschi – continuava Tiefenthaler – se le città hanno bisogno di terreni, CONTINUA

Distacchi elettricità per morosità

Crisi: 2000 distacchi l'anno a Bolzano

In qualità di consigliere comunale ho chiesto il 10 febbraio 2011 il numero delle disattivazioni per morosità eseguite dall'Azienda Energetica nel 2009-2010-2011.
La risposta è arrivata il 15 maggio 2012 con lettera raccomandata, dopo un'infinità di sollecitazioni verbali e sottintesa intenzione di presentarmi con un avvocato per ricevere le informazioni che mi spettano di diritto.
Dopo aver letto i dati e aver preso ulteriori informazioni, m'è parso di comprendere le ragioni del ritardo e dell'imbarazzo nell'esaudire la richiesta CONTINUA

CRISI GRECA VISTA DA VICINO

Una riflessione sulle vere cause

Un viaggio di circa un mese da nord a sud per capire gli effetti della crisi è insufficiente, ma l'impressione ricavata può bastare per valutare le immediate conseguenze.
Autostrada Salonicco – Atene, la grande opera incompiuta, con i cantieri a singhiozzo da mesi per mancanza di finanziamenti pubblici. Già prima della crisi CONTINUA

IL PIANTO DEI CEMENTIFICATORI

Ritorna la distanza di 10 metri da un edificio all'altro

L'Assessora Pasquali si dispera. La consulta ha dichiarato incostituzionale la legge provinciale sulle distanze da un edifico all'altro. Si ritorna ai dieci metri come nel resto d'Italia che piange per motivi più gravi. In lacrime pure i rappresentanti delle imprese edili. Sarà più difficile trovare nuove aree. Non si potranno più utilizzare i cortili liberi, i campi da tennis o altri fazzoletti per togliere la privacy e ostruire la vista agli edifici vicini.
L'Assessora ne fa una questione ecologica CONTINUA

CASE PER IL CETO MEDIO

Per redditi oltre i 90.000 euro lordi

Sembra esserci un feeling fra la Confcoop, formula Grata e Vinci, e il nostro Sindaco.
Sindaco e Giunta hanno dato il via alla pressante richiesta della cooperativa per la realizzazione di 150 garage, appiccicati all'argine del Talvera, fino a fare la voce grossa con la loro maggioranza, anche oggi riluttante all'inutile scempio edilizio, destinato a rovinare per sempre l'unico bene pubblico esistente in città, oltre a mettere in pericolo la stessa salute dell'argine.
I Cittadini CONTINUA

GUARDA CASO

Anche a Bolzano la politica favorisce la speculazione

Guarda caso, il Sindaco, dopo aver costretto l'esperto legale del Comune Avvocato Cappello a dimettersi, perché si ostinava a sostenere che le licenze al Twenty non si dovevano concedere in quanto illegali, ottiene dall'Avvocatura il parere desiderato: il via libera. Resistere significherebbe perdere la causa con il rischio di un risarcimento milionario.
Non se la sente di aspettare la sentenza CONTINUA

ANTIPOLITICA

La politica ortodossa assomiglia tanto all'economia ufficiale che i sedicenti politici ci chiedono di sostenere attraverso i sacrifici.

Difronte all'evidente fallimento di entrambe, incapaci di contrastare il degrado economico, sociale, ambientale, etico e morale, prodotto principalmente dall'affarismo e dalla speculazione, non resta loro che scagliarsi contro le forme di protesta e le idee alternative.
Gli avversari vengono accusati di demagogia, populismo, CONTINUA

Cimitero islamico a Bolzano

Il Consiglio Comunale approva, noi no!

Visto che qualche consigliere non ha capito il motivo della nostra astensione, cerchiamo di spiegarlo nella maniera più semplice e chiara possibile.
Il cimitero per noi è l'ultimo bene comune che il cittadino usa per giacere finalmente in pace con tutti e per essere ricordato da chi gli volle bene in vita.
Un bene comune, CONTINUA

Riduzione costo della politica

Donazione in favore del Comune di Bolzano

Ai primi punti del programma del Movimento 5 stelle di Bolzano c'è la diminuzione del costo della politica.
In tal senso siamo intervenuti in aula nella discussione delle mozioni che riguardavano l'argomento, prendendoci tutte le volte, insieme a qualcun altro che la pensava come noi, l'accusa di fare demagogia e populismo.
Al Sindaco, CONTINUA

Ritornare alla vera economia

Il caso dell'inceneritore di Bolzano

Fare economia significa innanzitutto non sprecare le risorse a disposizione inutilmente, poiché lo spreco è il principale fattore di diseconomia. La vera economia pertanto dovrebbe investire in utilità secondo una scala di valori per migliorare la vita di chi abita nell'oikos (luogo, casa), premiando tutto ciò che produce un benessere collettivo distribuito in modo da soddisfare i bisogni vitali nel miglior modo possibile.
Prendiamo in esame il problema dei rifiuti CONTINUA

L'inceneritore di Bolzano

Costava molto meno organizzare la raccolta porta a porta anche per la salute

L'inceneritore di Bolzano servirà sicuramente ad aggravare i bilanci di Provincia e Comune. Tra oneri di bonifica e di costruzione siamo a 127 milioni di euro e ancora non si sa, a sentire i rappresentanti dell'Ecocenter, quanto costerà la demolizione del vecchio e se è più o meno compresa nel prezzo e chi la pagherà. Tra filtri da cambiare, manutenzione e ammortamenti costerà almeno 20 milioni all'anno.
Il codice etico– ambientale garantisce l'assenza di finalità di lucro. CONTINUA

MERCATI E SPECULAZIONE

Uno studio per il Movimento dela decrescita

LA DISTRUZIONE DEL COMUNE
Nella società medioevale gli scambi avvenivano attraverso il baratto; la tradizione del dono che disponeva, una tantum, la privazione del bene più prezioso; lo scambio di lavoro e di oggetti secondo il loro valore d'uso.
La società mercantilista impose invece il mercato delle merci al valore di scambio, rompendo con la tradizione artigiana e contadina legata al territorio, ai beni comuni e al lavoro partecipato.
La terra comune apparteneva a chi la lavorava e si tramandava da padre in figlio per diritto naturale senza alcuna registrazione di proprietà, cosi come la bottega dell'artigiano. CONTINUA

Le liberalizzazioni del governo Monti

Una strada sbagliata

Il Presidente Monti promette PIL più 10%, grazie alle liberalizzazioni. Quasi, quasi, anche se con modi molto più garbati, viene da chiedersi se le spara ancora più grosse del suo predecessore.
Con la manovra anche a Bolzano tutti i principali attori della speculazione edilizia e non solo potranno ottenere, come avevo previsto, una licenza per la costruzione di un centro commerciale di almeno 20.000 mq.
Comune e Provincia non si potranno opporre, poiché nei siti richiesti a Bolzano Nord e nella Z.I, non sussistono, come spiega CONTINUA

Manifesto decrescita felice

Per capire la crisi con altri occhi

Il manifesto è firmato da Maurizio Pallante, Serge Latouche, Carlin Petrini e altri personaggi dell'economia e del sociale che credono nell'unica rivoluzione possibile per la sopravvivenza del pianeta CONTINUA

L'inceneritore di Bolzano

di Alessandra Zendron

La manovra Monti scuote nel profondo il Sudtirolo. Lo stato italiano chiama tutti a contribuire alla sua salvezza e all'improvviso la politica locale spiazzata, e si rivelano inefficaci, di fronte a un governo serio, i metodi dei blitz e dei ricatti che da vent'anni sostituiscono normali e rispettose relazioni istituzionali. L'arroganza, la sicurezza di chi
CONTINUA

La speculazione edilizia a Bolzano

Perchè i prezzi non diminuisono

I prezzi a Bolzano sono sempre stati fra i più cari d'Italia nonostante non si paghino gli oneri di urbanizzazione, grazie all'edilizia convenzionata. Così, per favorire l'acquisto della prima casa si sono dovute introdurre le più generose e onerose agevolazioni pubbliche del paese che ci costringono a porci una domanda sempre più assillante.
Quanto incidono i contributi a fondo perduto, CONTINUA

Fabbisogno abitativo sociale a Bolzano

I numeri (non stime) parlano chiaro

I dati dell'ASTAT :“Attività edilizia e mercato immobiliare in provincia di Bolzano - aggiornato al 31-12-2010”, appena uscito, dovrebbero servire fra l'altro ad individuare il fabbisogno reale di abitazioni sociali. Vediamoli. CONTINUA

Alloggi sfitti - risposta all'Assessora Pasquali

I nostri conti incrociati tornano sempre

Intanto la sicurezza dell'Assessora vacilla. All'Alto Adige dichiarava:” Gli alloggi sfitti per me sono dai 1200 ai 1400. Non uno di più” Oggi arriva a 2000. E' sulla buona strada. Già domani dovrà partire da 2600.
Un paio di mesi fa, in un intervento in Consiglio, chiesi all'Assessora e al Sindaco se sapevano quante erano le abitazioni in città. L'Assessora saggiamente rimase in silenzio, il Sindaco sparò la cifra di 60.000.
Mi chiedo se non conoscono il numero degli alloggi in città, figuriamoci se hanno un'idea su quelli sfitti CONTINUA

UNA CASCATA DI CEMENTO A BOLZANO

Spreco di territorio. lo sfitto a Bolzano

Più di 4.000 alloggi sfitti, il 30/40% degli uffici vuoti, più di 2.000.000 di mc inutilizzati, 10% dei negozi chiusi: questi i dati impressionanti del consumo di territorio a Bolzano CONTINUA

TWENTY

Aumento di cubatura e il ponte che non si può fate

La maggioranza del Consiglio Comunale, compatta, ha dato il via al raddoppio del Twenty, rifiutandosi di prendere in esame la nostra richiesta di rinvio dell'approvazione, per verificare l'esistenza di un aumento di cubatura illecito, 7000 mc, calcolato sulla fascia di rispetto e l'impossibilità di costruire un ponte pedociclabile sotto l'autostrada.

La fascia di rispetto è quella CONTINUA

L’edificazione selvaggia che erode il nostro futuro

Ogni giorno in Italia vengono cementificati 130 ettari di terreno fertile. Sviluppo necessario? Non sempre, visto il gran numero di aree dismesse destinate a restare inutilizzate.

Ma allora perché le misure a salvaguardia del suolo continuano a incontrare tante ostilità?

La Provincia di Torino ha appena approvato un piano di governo del territorio che introduce per la prima volta, all’articolo 1 e come principio cogente per i Comuni, «il contenimento del consumo di suolo». E dunque: stop alle edificazioni indiscriminate su aree libere, riuso di quelle già compromesse. Una rivoluzione, CONTINUA

IL MECCANISMO DELLA SPECULAZIONE E I VERI RESPONSABILI CHE ARRICCHISCONO.

CHIEDIAMO ALLA PROVINCIA DI CHIUDERE LABORFONDS: E' COSTOSO, NON SERVE A NULLA E DI SOSTITUIRLO CON CONTRATTO DI SOLIDARIETA' CHE GARANTISCA UNA PENSIONE COMPLEMENTARE SICURA FUORI DAI MERCATI FINANZIARI. E' POSSIBILE!!!

Fra gli speculatori bisogna includere gli inconsapevoli lavoratori che hanno aderito ai Fondi Pensione e soprattutto i consapevoli politici che li hanno costretti ad aderire.
Il nostro Laborfonds, per esempio,
CONTINUA

Porte aperte dei negozi e riscaldamenti all'aperto

Anche quest'anno nessuna limitazione

Recentemente in Consiglio Comunale si è discusso su una nostra mozione sulla riduzione degli inquinanti.
Al di là dell'esito della votazione, a mio avviso, la maggior parte dei consiglieri ha dimostrato scarsa volontà di approfondire la questione e di prendere in considerazione proposte che potrebbero incidere favorevolmente per migliorare le condizioni dell'aria in città, che ricordiamo è inclusa fra le prime nove città italiane a rischio salute.
Il rifiuto CONTINUA

finalita, utilità, nocività dei fondi

L'esempio Laborfonds

La finalità dichiarata dei fondi è quella di assicurare un'integrazione alla pensione di vecchiaia o di anzianità.
La necessità di costituirli deriva dall'introduzione di norme drasticamente riduttive delle future pensione dei giovani.
Tuttavia i fondi adempiono ad un altro scopo, mai dichiarato, ma sempre presente e visibile: portare flussi continui di liquidità ai mercati finanziari globalizzati che dovrebbero garantire CONTINUA

I Tabù dell'Economia

Conseguenze della speculazione sui titoli di stato

L'ultimo attacco scatenato dalla speculazione contro i titoli del debito pubblico italiano e spagnolo, aveva un preciso scopo: far lievitare il loro rendimento al di sopra dei tassi dei prestiti bancari. In pochi giorni la differenza fra un BTP trentennale e un mutuo trentennale ha superato il punto percentuale per il tasso fisso e i due punti per il variabile. Mai si era assistito a un simile evento fuori da ogni logica economica.
Spingendo la volatilità al massimo la speculazione ha ottenuto un triplice risultato CONTINUA

DAL PIL AL BIL

La crisi della crescita

Cosa si direbbe di un medico che curasse un grande obeso con l'alimentazione forzata? Semplicemente che lo vuole uccidere.
E se la stessa cosa capitasse con l'economia? E la crescita funzionasse come l'alimentazione forzata?
L'economia reale, nei paesi più sviluppati, assomiglia ad un obeso CONTINUA

PROJECT FINANCING

I buchi neri dell'economia sudtirolese

Negli ultimi tempi, venendo a mancare adeguate risorse finanziarie, per la realizzazione di rilevanti progetti a carattere pubblico, si sono inventate una serie di sinergie per coinvolgere l'investitore privato. E' diventata una moda alla quale ricorrono gran parte degli enti pubblici.
Fra i casi più noti, la sinergia ( Project financing) relativa alla costruzione dei garage dell'ospedale CONTINUA

L'economia sudtirolese e i dati dell'export

La manipolazione dei dati statistici

Immaginate che una persona prenda un piccone e distrugga tutto ciò che possiede in casa. Probabilmente un vicino impressionato dal rumore, chiamerebbe la polizia e il demolitore verrebbe ricoverato alla neuro e sedato.
Se invece l'autore della distruzione è il Comune o la Provincia, i responsabili delle azioni distruttive finiscono con tanto di foto sui quotidiani locali come eroi dell'economia.
Prendiamo un esempio il boom delle esportazione
CONTINUA

LABORFOND

L'altra faccia della medaglia

In Consiglio Comunale non se n'è mai
discusso, poco anche in quello provinciale, eppure il problema è importante e riguarda decine di migliaia (122.000 iscritti) di famiglie che dal Laborfond si aspettano quella integrazione, dalla quale dipenderà il loro benessere quando cesseranno di lavorare.
La (contro)riforma pensionistica della metà degli anni 90 vietava l'investimenti immobiliare ed obbligava la destinazione di tutti i contributi pensionistici nei mercati finanziari globalizzati, affidando esclusivamente a società di gestione internazionali la scelta degli investimenti.Alla fine del 2010, il Laborfond è salito all'onore delle cronache per essere stato premiato quale miglior fondo italiano da una rivista finanziaria europea che si occupa di fondi pensione CONTINUA

I PROBLEMI DELLA CITTA'

Come si distrugge il territorio cittadino

Articolo ripreso il 23/04/2011 sui quotidiani locali.
Troppo interessi condizionano la politica cittadina e alimentano la solita speculazione edilizia che distrugge il territorio della città e impoverisce i cittadini a favore dei soliti noti.
Nell'amministrazione corretta della “cosa” pubblica, il Sindaco, l'assessore CONTINUA

Nuovo Centro Commerciale

La nostra mozione urgente passa in discussione con voto bipartisan

Se si crede di fare una cosa giusta si deve andare avanti anche se non è popolare.
L'opportunismo politico non paga.
Il consiglio a maggioranza ha approvato la discussione sul tema, ma poi nessuno ha replicato. Forse non avevano argomenti CONTINUA

CENSIMENTO ALLOGGI SFITTI

A Bolzano la speculazione edilizia ha permesso a ben noti affaristi una fortuna inimmaginabile , mentre i prezzi alti sono stati la causa principale dell'indebitamento delle famiglie.

La Giunta Comunale il 19 febbraio 2011 nella seduta notturna, che prevedeva l'approvazione del bilancio preventivo, ha recepito la proposta della Lista Civica 5 Stelle di costituire un osservatorio permanente relativo agli alloggi sfitti.
La conoscenza del fenomeno è fondamentale per stabilire il fabbisogno abitativo cittadino, combattere la speculazione edilizia ed impedire l'imbruttimento della città attraverso la costruzione di nuovi e inutili quartieri. Dovrebbe costituire il punto di partenza di ogni piano urbanistico, ma non solo.
La conoscenza degli alloggi sfitti permetterebbe CONTINUA

AREALE FERROVIARIO

Non un altro quartiere, ma un parco

Anche ieri sera la Pasquali e C ha deciso per un altro piccolo scempio in piazza Gries. Una demoricostruzione di un palazzo tradizionale con annessa l'antica sede dei Vigili del fuoco.
Abbiamo contestato il progetto, ma il rullo compressore, con soli 5 voti contrari compresi i nostri, ha preso il via.
La stampa nazionale ha pubblicato un'articolo della Lista il maggiore quotidiano locale, sempre più portavoce degli affaristi locali, ha ignorato. CONTINUA

Nuovo Centro Commerciale

Una sciagura per la città

Una volta, quand'ero presidente del Centro Tutela Consumatori e Utenti, lessi una frase che mi colpi molto su un saggio scritto da un filosofo tedesco contemporaneo: "Solo un umbecille compra quello che non gli serve". Così scoprii di essere un imbecille.
Su un altro saggio di un economista controtendenza scoprii la cura per guarire dall'imbecillità. " Per non comprare quello che non ti serve, non devi entrare in un Centro Commerciale, non devi guardare la pubblicità e non devi seguire la moda".
Ho seguito la cura e mi sembra di star meglio. CONTINUA

BIOECONOMIA MINIMALE

Per sopravvivere più a lungo e meglio

G. Roegen, economista, matematico, fisico è l'inventore della Bioeconomia e primo teorizzatore della decrescita. Per tutta la vita, partendo dai principi della termodinaca, ha cercato di individuare un modello economico che consenta al genere umano di vivere nel modo più compatibile possibile con la natura e le sue leggi.
Nell'ultima opera postuma edita da Bollati e Boringhieri nel 2003, dal titolo BIOECONOMIA è esposta la sua teoria, quanto mai attuale.
Forse l'ultima possibilità che ci rimane per assicurare un futuro gioioso ai nostri figli.
Desidererei che sui singoli punti del programma di Roegen si iniziasse una discussione CONTINUA

EX LICEO CLASSICO CARDUCCI

A detta dei tecnici nessun pericolo amianto nella demolizione

Il Comitato per la rimozione dell’amianto in cittá, costituito in data 15.02.2011, ha constatato che la demolizione dell’edificio del liceo classico ha provocato una situazione di angoscia fra le persone che abitano in via Manci, mettendo a dura prova i residenti confinanti che, come riporta l’articolo sull’Alto Adige datato 8 marzo 2011, hanno potuto difendersi da questa polvere soltanto tenendo finestre chiuse e tapparelle abbassate.
L'angoscia, a differenza della paura, si manifesta quando non si conosce la causa dello stato di pericolo che si deve affrontare. CONTINUA

CELEBRAZIONI PER IL 15O° ANNIVERSARIO DELL'UNITA' D'ITALIA

Bocciata un'inziativa di pace

All'inizio della seduta sono stati chiesti due minuti di silenzio: per la morte di Alcide Berloffa e per la morte del tenete degli alpini in Afghanistan.
Non ho partecipato alla seconda commemorazione per i motivi che ho già esposto quando mi sono rifiutato di commemorare l' alpino Sanna.
Dopo la discussione iniziale sui simboli fascisti e sulla celebrazione
dell'anniversario dell'unità d'Italia, il Presidente del Consiglio ha convocato i capigruppo per decidere sul documento voto che avevo preparato per celebrare degnamente l'avvenimento con un messaggio di pace.
Il documento
CONTINUA

Amianto

Costituzione del Comitato Cittadino per la rimozione

Per le diverse esperienze di vita, la sensibilità al problema dell'amianto è più o meno condivisa.
Personalmente, da anni, attraverso l'Associazione Asterisco, mi sono impegnato in numerosi tentativi di denuncia e di approfondimento, fino a promuovere nel 2008, seppure senza risorse e con risultati parziali, grazie alla disponibilità del sig. Venditto Giovanni, il primo osservatorio dell'amianto in città (vedi. L'azione di Asterisco certamente è servita a smuovere l'inerzia della Provincia fino a quel momento CONTINUA

Censimento alloggi sfitti

La Giunta Comunale accoglie la nostra proposta

Una piccola soddisfazione, se non altro perchè è stata l'unica proposta di minoranza di un certo peso ad essere stata accolta.
Dopo otto mesi che predichiamo in Consiglio che esiste una emergenza territorio nella nostra città e che decidere di eliminare le aree agricole e verdi senza nemmeno conoscere il fabbisogno abitativo della Città è una follia, non solo ambientale, ma anche economica, questa notte alle due, la giunta ha accolto il nostro documento voto che la impegnava a portare avanti il censimento degli alloggi sfitti in città.
Da parte nostra, CONTINUA

Botti, petardi, schiumogeni

Divieti

Alcuni cittadini, preoccupati per le conseguenze dei botti di carnevale nei confronti degli animali, cani in particolare, mi hanno chiesto se esistono divieti.
Ho rivolto il quesito al Comando dei Vigili Urbani che gentilmente mi ha inviato le ordinanze di divieto per tutto l'anno che prevedono una multa di 100 euro.
Si consiglia di stampare la risposta che cita le ordinanze perché pare che non tutti i vigili urbani siano al corrente della loro esistenza CONTINUA

MOZIONE

PROVVEDIMENTI PER LIMITARE LA PRODUZIONE DI NOX E ALTRI INQUINANTI.

PREMESSO CHE:

Il piano quinquennale (2010-2015) per l'abbattimento del biossido di azoto, imposto dalla Comunità Europea, è stato presentato al Consiglio Comunale dall'APPA. Erano presenti anche i referenti della CISMA, la società trentina alla quale sono abitualmente commissionati gli studi di settore, che però si sono limitati a rispondere ad alcune domande.
Il piano si preoccupa di limitare drasticamente il traffico dei veicoli euro 0 e 1, che attualmente rappresentano una parte quasi irrilevante dei veicoli in circolazione. A questi veicoli a partire dal novembre 2011 verrebbe impedita la circolazione dalle ore 7 alle 10 e dalle 16 alle 19 per tutto l'anno.
A partire CONTINUA

INTERROGAZIONE AL SIG. SINDACO

Inceneritore spese demolizione e bonifica

PREMESSO CHE:
il sottoscritto consigliere, Alberto Filippi, ha inviato all'Assessore Mussner la seguente lettera raccomandata:
"Spett.le amministrazione provinciale ed egregio dr. Mussner.
Dalla consultazione del portale della ripartizione infrastrutture si apprende che il fine lavori per la costruzione del nuovo termovalorizzatore di Bolzano è previsto per dicembre 2012 e l'entrata in esercizio dell´impianto, per maggio 2013.
Non è stato però possibile CONTINUA

MINUTO DI SILENZIO

Perché non mi sono alzato

Ho usato il termine “mercenari o mercenario” non nei confronti dell'alpino Sanna, ma verso le truppe che occupano l'Afghanistan. Termine appropriato dal punto di vista etimologico e semantico poiché i soldati per compiere la loro missione sono incentiva CONTINUA

Cantina Sociale di Gries

Esempio di macelleria edilizia

Alla fine il Consiglio approva, nonostante la contrarietà dei verdi, per i quali l'astensione di un partito che fa parte della maggioranza equivale a un voto contro. Ci hanno raccontato una barzelletta che non avevamo mai sentito, ma che non ci ha fatto ridere.
Soddisfatti i soci CONTINUA

La guerra per l'energia fra comuni e provincia

Cronaca di parte dal Consiglio Comunale: risposta (quasi) unanime alla chiamata alle armi dell'Azienda Energetica di Bolzano e Merano per fermare l'armata S.E.L

L'ordine del giorno prevede che l'intera seduta del Consiglio sia dedicata alla questione. Sono presenti le massime cariche dell'Azienda Energetica, alle quali viene data subito la parola.
Il tecnico ingegnere e il Presidente illustrano rispettivamente le conseguenze aziendali e le conseguenze politiche della perdita della Centrale di Tel, appena assegnata alla SEL dalla Provincia.
Dal punto di vista aziendale la perdita significherà CONTINUA

Piano riduzione Nox

Passa all'insegna della nuova democrazia ambientale

Il piano quinquennale (2010-2015) per l'abbattimento del biossido di azoto, imposto dalla Comunità Europea, è stato presentato al Consiglio Comunale prevalentemente dall'APPA.
Erano presenti anche i referenti della CISMA, la società trentina alla quale sono abitualmente commissionati gli studi di settore, che però si sono limitati a rispondere ad alcune domande.
Il piano si preoccupa di limitare drasticamente il traffico dei veicoli euro 0 e 1, che attualmente rappresentano una parte quasi irrilevante dei veicoli in circolazione.
A questi veicoli a partire dal novembre 2011
CONTINUA

Regalo di Natale del Comune per Twenty

E' arrivata l'agibilità per i parcheggi

Con largo anticipo sui tempi, esattamente il 9 dicembre 2010, il Comune di Bolzano ha inviato alla Podini Holding spa il regalo di Natale che consiste nel certificato di agibilità relativo alle autorimesse al primo, secondo e terzo interrato, l'attività produttiva e il commercio all'ingrosso al piano terra e al primo interrato.

In data 12 10 2010 il presidente Durnwalder, CONTINUA

ASSOCIAZIONI CONSUMATORI E SINDACATI

Sempre più strumenti volti a favorire gli interessi dei grandi interessi economici a scapito di quelli delle persone ?

Ho fondato una delle prime associazioni consumatori a Bolzano circa trent'anni fa, parecchio tempo prima di fondare il Centro Tutela Consumatori e Utenti e di diventarne il primo presidente. Per molti anni sono stato anche segretario provinciale dei bancari.
Ho cercato sempre di dare il meglio in entrambe le attività poiché ero convinto della loro validità sociale.
Nel sindacato dei bancari, oltre agli interessi categoriali, intravedevo la possibilità di stabilire un rapporto professionale di trasparenza e di sostegno alla stessa utenza bancaria..
Immaginavo CONTINUA

Consigli Comunali del 29-11 e del 1-12-2010

Medie Strutture e Aeroporto

RESOCONTO CONSIGLIO COMUNALE DEL 29 - 11- 2010
Si èdiscusso di un solo argomento:
il piano per le medie strutture di
vendita
In parole povere il piano prevede di dividere la città in tre zone commerciali:
-Zone 1 a vocazione commerciale;


-Zona 2
-Zone 3 (produttive
Per la zona 1 si prevede la massima liberalizzazione: basta chiedere la licenza per avere il diritto di ottenerla.
Per la zona 2 invece bisogna rispettare un tetto massimo CONTINUA

Via Galilei Twenty

Poteri forti e Comune

) la nostra Lista persegue l'interesse pubblico, combatte il conflitto d'interessi e non intende favorire l'interesse privato di nessuno, tanto meno dei cosiddetti poteri forti;
2) questi ultimi svolgono una pesante e costante pressione sull'Amministrazione Comunale volta a favorire i propri affari.
3) da più di trent'anni nella città si distinguono in quest'opera i gruppi imprenditoriali delle famiglie Podini e Tosolini.
Il contenzioso attualmente giacente presso l'Avvocatura del Comune, per quanto riguarda il gruppo Tosolini, è di 14 cause CONTINUA

La risposta dell' Elefante

L'Elefante non ha il coraggio delle proprie opinioni

Caro Alberto,

sono arrivati degli strali. 
Intanto non era un articolo, era un barrito, e i barriti si sa, sono selvaggi, sgraziati, disarmonici e a volte spaventano, ma non fanno male a nessuno, al massimo ti svegliano!
Qualcuno dei Verdi dice che chi si firma L'Elefante non ha il coraggio delle proprie opinioni: be', non voglio mica essere denunciato per INCITAZIONE ALL'ANTROPOFAGIA.... . E c'è uno che invece apprezza la voce del selvaggio animale, e scrive bene:
A me sembra di leggere, in ogni singola riga che l’elefante scrive, una critica verso proprio quel sistema che l’azione del venerdì senza carne cerca di correggere almeno un po’.
Il suo stile volutamente confuso e sconclusionato, anzi direi volutamente vaneggiante, ne è la chiara dimostrazione.

L'Elefante è molto contento che il tuo sito, Alberto Filippi, sia così frequentato anche dai verdi: vuol dire che lo leggono (ma non sempre attentamente).
L'Elefante promette che il prossimo barrito sarà serio e posato, anziché volutamente vaneggiante. Però diventerà noioso, e a quel punto nessuno lo leggerà più.
Comunque, non vale la pena di perdere tempo a criticare questo barrito: ci sono molte cose più importanti da fare. Ad esempio: riorganizzare la dispensa e abolire il prosciutto e la soppressa, specie quelli di carne di elefante. Grazie.

E mi raccomando: NON litigate coi verdi anche per questo! La cara Foppa dovrebbe aver già capito che è solo un po' di pubblicità in più.
I VERI antropofagi sono all’opera sul serio, si stanno magnando tutto, e si fregano le mani dalla soddisfazione quando vedono che i loro avversari (i non-cannibali) sono divisi e si accapigliano fra loro.
Quello che non ho capito io, sono i grillini: perché si mettono a polemizzare? Vogliono aderire alla campagna e diventare (un po’) vegetariani oppure no?

L’Elefante

19/11/2010 CONTINUA

Una visione all'altezza dei tempi

La proposta dell'Elefante

Sembra, da indiscrezioni, che i Verdi stiano lanciando una campagna vegetariana in Alto Adige-Sudtirolo. “Venerdì vegetariano”, “Un giorno alla settimana senza carne nel piatto per salvare il futuro del Pianeta”.
Roba forte. Spiace criticare gli amici ambientalisti CONTINUA

APERTURA ADMIRAL CLUB

Con la collaborazione del Comune arriva la più grande sala da gioco del Nord Italia

Aprirà la prossima settimana nei sotterranei della stazione autocorriere di via Perathoner; si chiamerà Admiral Club e sarà la più grande sala videolottery del Nord Italia.
La vincita massima possibile sarà di 5.000 euro, ma saranno possibili anche vincite stratosferiche: il jackpot di sala da 100.000 euro e il jackpot nazionale da mezzo milione di euro. CONTINUA

Dove va l'economia sudtirolese?

Sprechi, eccessi e conflitti d'interesse sono le caratteristiche salienti

I rappresentanti delle imprese invocano un piano programmatico, proprio quel Lerop che era stato affidato agli studi dell'Eurac per 150.000 euro nel 2005 e che è stato definitivamente abbandonato nel 2007.
Hanno bisogno di una linea programmatica che impedisca l'attuale CONTINUA

CONSIGLIO COMUNALE DEL 21 ottobre 2010

Prove di ostruzionismo

Il consiglio è chiamato a discutere una mozione urgente del centro-destra sull'episodio dell'autista della SASA malmenato dai giovani.
Destra e sinistra si confrontano. L'opposizione di destra propone di blindare i bus, la maggioranza sottovaluta l'episodio, ma è favorevole ad
intervenire con misure di prevenzione.
Noi non interveniamo. CONTINUA

Mercatino di natale

La proposta dell'Elefante

E' nata come trivio, cioè incrocio di più strade, quelle percorse dai mercanti nei loro viaggi. Quei viaggiatori qui si fermavano per riposare, per incrociare altri mercanti, per intraprendere nuovi scambi. Dalla parola trivio viene la parola triviale, che in italiano vuol dire scurrile, volgare, e in tedesco (trivial) vuol dire banale, dozzinale. Curiosità dell'etimo.
Questo insediamento urbano (triviale), quindi, possiede un'anima segnata dal commercio, dallo scambio, dalla transazione. Mercati e fiere, ambulanti e botteghe, bottegai, mercanti, mercatari, mercanzie, mescite e locande, bancarelle e naturalmente banche, affari e moneta sonante, di ogni genere e di ogni conio. Ovvio che una cittadina con un'impronta simile
CONTINUA

CENTRUM PODINI di via Galilei

Mozione urgente presentata dalla Lista Civiva 5 Stelle

E' fuori di dubbio che il gruppo Podini, come il gruppo Tosolini, rappresenti uno dei maggiori comitati d'affari della città e della provincia con agganci e diramazioni nazionali e internazionali. Già una quindicina d'anni fa il gruppo Podini disponeva della maggiore quota azionaria in una delle più grandi società finanziarie del Paese.
Comitati d'affari che esercitano una pressione costante, non solo nell'ambito
economico, ma anche nell'ambito politico, con pretese sempre maggiori
CONTINUA

Il meccanismo che muove le poltrone

Intervento letto davanti al Consiglio il 5-10-2010

Nella politica cittadina c'è una gerarchia: al vertice il sindaco e vice, poi gli assessori, a seguire i consiglieri e infine gli elettori. Il Sindaco in soldoni vale 1, il vice 3/4, gli assessori la metà, il presidente del Consiglio ¼, i consiglieri circa la decima parte..
Uno dei più noti economisti italiani, Vilfredo Pareto, sosteneva che nella teoria del valore occorresse includere la spinta edonista (ofelimità la definiva lui).

Quindi non c'è da meravigliarsi se chi sta nella parte alta della gerarchia non abbia nessuna intenzione di retrocedere, CONTINUA

Costo della politica

Interpellanza

Vi invito a leggere l'interpellanza della Lista Civica a 5 Stelle - Bolzano con la quale si chiede di restituire al Comune di Bolzano il 50% del valore dei gettoni percepiti dai due consiglieri. CONTINUA

CONSIGLIO COMUNALE DEL 30 SETTEMBRE 2010

Inquinamento, BLS, TIS e poltrone alle municipalizzate

Incredibile, ma vero: i consiglieri del PDL presentano una mozione urgente sull'inquinamento nella città, dopo la moratoria della C.E. per lo sforamento continuato del biossido di azoto che potrebbe costare caro (in soldoni) al Comune. Si accende il dibattito. La Foppa spiega quanto emerso da un recente convegno (presente l'inceneritore Moroder, ancora Vicepresidente della CIPRA, oltre che City Manager..) sullo sviluppo sostenibile per raggiungere l'obiettavo della neutralità ambientale per il 2030 o forse addirittura per il 2050. CONTINUA

Collina delle fiabe sul Virgolo

Occasione persa o pericolo scampato?

Togliamo dal vocabolario il termine: datore di lavoro. E' un ossimoro e un falso. Nessun padrone ha mai dato lavoro a nessuno. Gli imprenditori se lo sono sempre preso. Al massimo hanno dato un salario da fame o uno stipendio sudato.
Coloro che delocalizzano in Cina o in qualsiasi altro paese, dove è lecito sfruttare i lavoratori, dopo aver fatto i soldoni a Bolzano e provincia, dovrebbero perdere per sempre il diritto di pretendere favori e progetti dalle istituzioni locali.
Ecco cosa accade nel terminal Mantova, dove arrivano gli angioletti cinesi.

CONTINUA

CENTRI COMMERCIALI

Dibattito politico scadente

Le argomentazioni a favore sono in gran parte fallaci, poiché si aggrappano a motivazioni semplicistiche che non hanno nulla a che fare con la costruzione di un centro commerciale di almeno 20.000 metri quadrati.
C'è chi sostiene che serve ad aumentare il PIL, Se fosse questo lo scopo basterebbe scavare buche e poi riempirle, almeno non si farebbero danni irreversibili al territorio e si spenderebbe di meno.
C'è chi afferma che si deve fare perchè c'è da altre parti. Vuol dire che bisogna prendere anche gli esempi peggiori?
C'è chi sentenzia, in base a statistiche molto opinabili CONTINUA

La poco onorevole faccenda di Via Museo

Giallo o nero ?

Cominciamo con la facciata.
Con la preziosa collaborazione degli addetti al competente Ufficio Urbanistica del Comune, sono forse riuscito a scoprire la nuova “furbata” di Tosolini per quanto riguarda la questione della storica facciata abbattuta.

Geometra e architetto mi hanno spiegato che nel progetto sottoposto alla Commissione non era prevista la demolizione della facciata.
Mi hanno mostrato di disegni del progetto facendomi notare che sotto la facciata di Via Museo c'erano i segni di color nero e non di color giallo.
Nero vuol dire che CONTINUA

VIRGOLO, QUALE DEGRADO?

L'unico degrado è quello voluto dalla speculazione!

Fino a qualche mese fa, andavo almeno una due volte la settimana a farmi la passeggiatina fino ai campi da tennis del Virgolo. Un centinaio di metri dopo i crocefissi accanto alla chiesa, prendevo il nuovo sentiero che con gradevole passeggio m'accompagnava fino quasi alla meta. Il tanto declamato degrado non l'ho mai visto. I sentieri erano ben tenuti, rifiuti o cartacce non ne ho visti.
All'improvviso sembra che tutta la città abbia scoperto il degrado del Virgolo.
Ma quale degrado?
CONTINUA

CONSIGLIO COMUNALE DEL 29 LUGLIO 2010

Approvazione del bilancio

Dopo tre quarti d'ora di discussione di principio: se era doveroso discutere prima le mozioni urgenti (opposizione) oppure se era prioritario affrontare il confronto sul bilancio (maggioranza) si è passati al voto che, visti i numeri, ha premiato la maggioranza.

Sul bilancio, dopo la lunga esposizione con grafici del direttore del competente ufficio, l'opposizione PDL e Lega si è dilungata ad elencare le partite negative: violazioni del patto di stabilità (si è speso più del consentito), sbilancio negativo delle partite di competenza, appunti critici dei revisori dei conti ed altre considerazioni di carattere generale.

Poi c'è stato l intervento..
CONTINUA

WIFI sulle passeggiate

l'eccesso, come tutti gli eccessi, assume un carattere distruttivo, in questo caso per la salute dei cittadini.

E' stato reso noto che ben presto su tutta l'area delle Passeggiate Lungotalvera e Prati del Talvera verrà attivata la copertura wi-fi, per il collegamento internet senza fili. L'operazione è un "regalo" della Cassa di Risparmio.
Mentre il Comune sembra accettare, secondo la massima "a caval donato non si guarda in bocca", esistono d'altra parte degli elementi che, a ben considerare, consigliano invece di usare la massima attenzione e precauzione.
Il Comune stesso del resto ha inteso avviare un progetto di copertura wi-fi in aree (per ora) limitate della città, come ad esempio al Lido... CONTINUA

VIRGOLO: CON IL NO DI THUN IL PERICOLO NON E' CESSATO

I rappresentanti dei comitati d'affari allo scoperto

La rinuncia del conte Thun alla collina del Virgolo, che avrebbe dovuto immortalarlo fra i grandi benefattori della città, se confermata, è senz'altro un'ottima notizia per i cittadini di Bolzano, che potranno godersi ancora liberamente l'aria e la tranquillità del sito, senza subire l'ennesima invasione turistica per visitare la collina delle fiabe. Con la commercializzazione del luogo avrebbero guadagnato solo il comitato d'affari dei padroni del Virgolo, con in testa l'imprenditore Repetto e il Conte, CONTINUA

Licenze Podini

La resa del sindaco

Giovedì 8 luglio il Consiglio Comunale di Bolzano si è occupato delle licenze concesse per la vendita al dettaglio nella zona industriale al Gruppo Podini, di commissioni e gruppi consiliari.
Su commissioni e gruppi consiliari è meglio stendere un pietoso velo per coprire gli sterili e inutili bla,bla,bla (compreso il mio).
L'altra questione, a mio avviso più importante, perchè riguarda un aspetto importante della trasformazione in corso nel tessuto del commercio al dettaglio cittadino, si è risolta in breve tempo con la risposta del Sindaco.
L'intervento del primo cittadino merita una profonda riflessione. Peccato che non sia stato registrato poiché le sue parole sarebbero da riascoltare come esempio dell'impotenza (o della resa della politica) di fronte ai comitati d'affari.

CONTINUA

L'assalto al centro storico

da parte della speculazione

...Si può osservare: la profondità dell'area sulla quale sorgerà il nuovo edificio; la vecchia tipografia e il grande camino, uno degli ultimi resti dell'archeologia industriale di Bolzano. Poi la porta si è aperta e ho chiesto di poter scattare qualche foto all'interno. Una gentile persona, probabilmente un addetto alla direzione lavori, mi ha accompagnato nella visita, spiegandomi nel dettaglio il progetto. L'attuale palazzo che ospitava la storica drogheria Baer, con la caratteristica insegna dell'orso, verrà abbattuto e al suo posto sarà costruito un nuovo palazzo moderno che occuperà l'intera aerea della Partita Tavolare... CONTINUA

Risposta pubblica al Sindaco

Alberto Filippi

Gentile Signor Sindaco, Luigi Spagnolli, da più di trent'anni osservo l'economia della città riversando la mia attenzione sui principali attori, alcuni dei quali ho definito "radicali liberi", proprio come le misteriose sostanze distruttive che causano l'invecchiamento e la degenerazione delle nostre cellule.
Ogni città ha i suoi grandi speculatori. Personaggi che a Bolzano hanno accumulato una tale fortuna da concorrere a pieno titolo nelle classifiche nazionali degli uomini più ricchi. Come hanno conseguito questa fortuna? Prevalentemente con il cemento, ma non solo. Sicuramente anche con l'evasione fiscale, più o meno legalizzata, come scrissi in un libretto edito dalla UIL con la presentazione di Giorgio Benvenuto: "Evasioni fiscali e fughe di capitali nel Sudtirolo". CONTINUA

COMITATI D'AFFARI E POTERI FORTI

Bolzano l'è malada

Bolzano è malata, la sua bellezza piano, piano sfiorisce,
non è la vecchiaia, Bolzano è ancora giovane e vitale,
invidiata dalle altre città, visitata da centinaia di migliaia di persone, che da ogni parte del mondo arrivano attirati dal suo fascino.
Ma Bolzano bella è malata, nessun medico la cura.
Chi sostiene che soffre della bulimia di cemento,
chi sospetta un cancro devastante: l' edilizia speculationem.
Cresce, cresce il bubbone maledetto, devastando i suoi organi vitale:
Il cuore, centro della città; i polmoni, periferia dellà città.
Il mostro avanza sicuro con i radicali liberi della politica che hanno occupato il suo cervello, il Municipio, per svendere il suo corpo alla speculationem.
Denaro, denaro che non soddisfa mai la cupidigia;
che pretende territorio in cambio di cemento..
Ma dove sono i suoi anticorpi: i suoi cittadini ?
Perché non regiscono ? Perché non la difendono?
Perché non chiamano a raccolta gli antiossidanti ?
Perché? CONTINUA

Proposta di programma sociale per la lista a 5 stelle

di Alberto Filippi

L'occupazione in provincia nell'ultimo trimestre è calata del 4,1%. In un trimestre si è passati da 6000 a 10000 persone in cerca di lavoro. Dal 2008 a oggi il tasso di disoccupazione è aumentato dal 2,4% al 4,1% , vale a dire del 71%. Nell'edilizia il calo degli iscritti alla Cassa edile dal 2007 al 2009, nonostante tutti i cantieri aperti, è devastante, anche se in parte mitigato dal lavoro in nero, raggiunge il 14,12%. E non è finita poiche al momento, parole di Sandro repetto, il settore conta 2036 aziende, di cui 704 industriali e 1332 artigianali (una cifra enorme che dimostra che il settore è saturo).
Il dato è ancora più preoccupante se si considera che l'Alto Adige è la regione italiana più conveniente dal punto di vista fiscale, avendo abolito la doppia imposizione dell'IRAP.
Ma non solo. La provincia sta finanziando con milioni e milioni di euro strutture come BLS, EURAC, LUB, TIS, tutte finalizzate a sostenere le imprese locali attraverso la ricerca di nuove opportunità.
L'ala economica del SVP capitanata dall'assessore Widmann e sostenuta dallo stesso Presidente Durnwalder dimostra un particolare interesse a portare avanti gli interessi privati di alcune imprese. E' il caso della Thun con il progetto Virgolo, della Leitner con la metropolitana leggera , della Società Latemar Carezza, della Wipptaler Bau per la costruzione degli invasi e di altre ancora: quelle già sicure di entrare nel business del secolo con lavori assicurati per un ventennio: il tunnel del Brennero. CONTINUA

Cosa ci ha spinto a realizzare la “lista civica a 5 stelle di Bolzano”

Pensiamo che uno dei motivi che ha unito persone, con scarsa propensione all'attività politica rappresentativa, a formare una lista civica, sia la delusione nei confronti dei maggiori partiti di opposizione e di governo e dei loro alleati, per quanto riguarda, soprattutto, l'incapacità o la mancanza di volontà di perseguire l'interesse pubblico.
Una sfiducia totale che ci impedisce di prendere in considerazione proposte di apparentamento con altri Partiti o Liste che, in ogni modo al secondo turno, si schiererebbero a favore dell'uno o dell'altro polo antagonista.
Sfiducia alimentata anche dalla litigiosità all'interno delle principali formazioni di centro destra e di centro sinistra, dovute principalmente ai troppi aspiranti alla carica di sindaco.
Proprio il contrario di ciò che accade all'interno della nostra lista dove ancora non siamo riusciti a trovare un candidato. La differenza, fra troppi e nessun pretendente alla carica di sindaco, non dipende solo dalle dimensioni della lista e dalle relative probabilità di successo, ma soprattutto dalle ragioni che spingono i candidati a competere nell'arena elettorale CONTINUA

Il sindaco perfetto

di Alberto Filippi

Premesso che il sindaco perfetto può scaturire solo da una rappresentazione paradossale, poiché l'imperfetta natura umana non sarebbe mai capace di generarlo, nulla mi impedisce di partire dal paradosso per cercare di individuare almeno le caratteristiche che dovrebbe possedere il miglior sindaco possibile.
Disponendo di limitate risorse intellettuali e culturali, che mi esonerano dal pretendere una tale carica, per portare a termine la ricerca sono risalito alle fonti del pensiero, che ha plasmato la nostra civiltà, nel tentativo di farmi aiutare da due grandi pensatori dell'antichità che per primi hanno svelato quello che dovrebbe essere lo scopo principale di colui che è chiamato a governare:
si comanda per il vantaggio di chi obbedisce.
Che scoperta! - qualcuno obietterà - non occorre scomodare Socrate e Platone per arrivarci!
Ciò sarebbe vero se non esistessero ancora numerosi i seguaci del sofista Trasimaco per i quali:
"Ogni governo stabilisce le leggi nel suo proprio interesse; e, una volta stabilitele, proclama giusto ciò che è il suo proprio interesse; e se qualcuno le trasgredisce lo punisce come violatore delle leggi della giustizia. La giustizia si identifica così nell'interesse del più forte".
Mi pare che l'argomento, nonostante siano trascorsi circa 2400 anni, sia ancora all'ordine del giorno CONTINUA

Introduzione della spesa leggera con la massima riduzione degli imballaggi

Iniziativa esemplare del Comune di Trento:

Un esempio per i Comuni dell'Alto Adige - Bolzano in primis. Segnalato da Paola Francesconi
“Spesa leggera”, 18 supermercati dichiarano guerra agli imballaggi. Protocollo tra Comune e grande distribuzione per la riduzione dei rifiuti: oggi la firma.
Il sindaco Alessandro Andreatta e i soggetti della Grande Distribuzione operanti nel territorio cittadino hanno firmato oggi un protocollo d’intesa che mira a ridurre la produzione dei rifiuti e, in particolare, di tutti quegli scarti (imballaggi, confezioni, contenitori) che, dal carrello della spesa, finiscono poi direttamente nella spazzatura. Al protocollo hanno aderito 7 gruppi, per un totale di 18 punti vendita, 12 con una superficie superiore ai 400 metri quadrati, 6 più piccoli. Ecco in dettaglio i punti vendita al di sopra dei 400 metri quadrati:CONTINUA

Per una lista di cittadini che indica primarie precluse ai partiti ed ai loro rappresentanti

di Luca Marcon: http://lucamarcon.wordpress.com

Che il sistema di selezione dei nostri governanti - ovvero l'applicazione pratica dei fondamenti della democrazia rappresentativa - abbia da tempo imboccato la strada di una crisi politica che potrebbe divenire irreversibile, nessuno ormai è più in grado di negarlo. Due settimane fa si è scritto del combinato tra esercizio "fuori scena" del potere e la sua conduzione da parte di oligarchie di politici "professionisti". Riguardo a questi ultimi, è arrivato il momento di occuparsi dei partiti: vale a dire, gli strumenti con i quali queste oligarchie si perpetuano mantenendo intatto il loro potere.Di cosa sia un partito, più o meno ne sono tutti al corrente. Secondo il politologo Giovanni Sartori, CONTINUA

Gli uccelli d’amianto volarono sulla città

Alberto Filippi - Bolzano Bella

Walter Benjamin:”Il carattere distruttivo - l’orrore del quotidiano” ....a Bolzano

“Fine maggio, inizi giugno 2008: un elicottero passa sopra lo stabilimento “R” (R come rifiniture) delle Acciaierie Valbruna, in prossimità dell’autostrada, ed ecco che altri uccelli dalle ali grigie e stanche si librano in aria per unirsi al suo volo: sono le onduline d’amianto che si sono staccate dal tetto dello stabilimento. Dopo un breve volo, gli uccelli precipitano nel piazzale della società Gasser, concessionaria dell’Iveco”. Questo è il racconto di un testimone.
Il seguito è facile da intuire: probabilmente (almeno così speriamo) le onduline non finirono in testa a nessuno (altrimenti la notizia forse.. sarebbe uscita sui giornali) e il materiale fu sgombrato d’intesa fra le due società, ma come e da chi non si sa. Non ci si può fare a meno di chiedere quanti frammenti del mortale materiale, liberati nell’impatto con il suolo, continuino ancor oggi a sollevarsi in aria al primo soffio di vento CONTINUA

Dal blog di Beppe Grillo

http://www.beppegrillo.it/

Gli uomini sono usciti dalla caverne e hanno cominciato a costruire capanne e poi case e poi a speculare sulle case. Il cavernicolo era forse un troglodita, ma non un distruttore dell'ambiente a scopo di lucro.
In Italia si continuano a costruire palazzi su palazzi, mentre il numero degli immobili sfitti e in vendita aumenta. Chi costruisce e perché se manca la domanda? Insomma, chi ci guadagna a costruire capannoni in vendita e grattacieli vuoti? Il mattone è la lavanderia del riciclaggio o il rifugio dei fessi?

Testo "Chaos economy"

di Eugenio Benetazzo (operatore di borsa indipendente, giornalista e scrittore)

Questa settimana parliamo del mercato immobiliare e delle sue possibili evoluzioni. Abbiamo visto come i Paesi occidentali abbiano subito una profonda contrazione. Mi riferisco per esempio a Inghilterra, Stati Uniti, Spagna etc., anche per l’Italia possiamo prevedere una situazione scoraggiante per i prossimi anni. Lo dicono fior di disamine dalla stampa di settore e non. Cominciamo da quello che è stato il mercato immobiliare in Italia negli ultimi 10 anni, di fatto un vero e proprio boom edilizio CONTINUA

POLITICI: il primo cittadino che vorrei

di Luca Marcon http://lucamarcon.wordpress.com/

8 febbraio 2010

Joseph Pulitzer.
Non esiste delitto, inganno, trucco, imbroglio e vizio che non vivano della loro segretezza. Portate alla luce del giorno questi segreti, descriveteli, rendeteli ridicoli agli occhi di tutti e prima o poi la pubblica opinione li getterà via. La sola divulgazione di per sé non è forse sufficiente, ma è l'unico mezzo senza il quale falliscono tutti gli altri.


Elezioni del 2010: una proposta politica: CONTINUA

Il perché di una lista sofferta

di Alberto Filippi

La crisi della politica è ormai evidente e non servono le statistiche e i sondaggi per dimostrarla: la sfiducia dei cittadini nei partiti continua ad aumentare e sarà difficile arrestarla.
Le decisioni, da tempo, sono prese fuori dai palazzi della politica, da comitati di affari di cui fanno parte, in veste subordinata, uomini politici, pagati dai contribuenti, ma che agiscono nell’interesse prevalente della grande imprenditoria, che non paga le tasse dovute e che approfitta degli scudi fiscali per far rientrare i capitali, giustificando la cultura dell’illegalità.
Ciò non accade solo nell’Italia della corruzione, della concussione e degli scandali infiniti, guidata in prima persona dall’uomo più ricco, un sultano degli affari che si avvale di una vasta corte di politici alle sue dirette dipendenze.

Non ci si deve illudere CONTINUA

La cultura dell'illegalità

Bolzano bella - Albeto Filippi

La crescita economica dell'occidente - si sostiene, citando Adam Smith - sia dovuta in buona parte alla "mano invisibile" che spinta dalla forza dell'amor proprio crea ricchezza e benessere.
Rousseau non ne era convinto e distingueva fra l' "amor di sé" e l' "amor proprio". Il primo era giustificato poiché riguardava l'istinto naturale di sopravvivenza. Riguardo alle finalità dell'amor proprio aveva invece seri dubbi sull'utilità, oltre che sulla moralità poiché significava non solo giustificare la cupidigia umana, ma addirittura darle un valore etico sociale.
Nel mondo globalizzato odierno sembra non basti più la mano invisibile e l'amor proprio per raggiungere la massima felicità possibile CONTINUA

Un programma a 5 stelle per Bolzano

Alessandro Borzaga - meetup-amici di Grillo

UNA LISTA DI CITTADINI PER LE ELEZIONI COMUNALI DEL 2010

Perché una lista?
-per contrastare la cultura dilagante della illegalità (lavoro nero, corruzione, concussione, speculazione edilizia)
-per contare di più nella difesa del territorio dalla cementificazione del partito unico degli affari
-per essere una spina nel fianco nelle votazioni in consiglio comunale e nelle commission
i -per rappresentare maggiormente le istanze e i valori dei movimenti che lavorano per l’ambiente, i diritti umani, la solidarietà tra i popoli e la pace
-perché, anche se non crediamo in questo modo di fare politica forse possiamo essere più efficaci nell’influenzare scelte che riguardano tutti i cittadini ..CONTINUA

Ampliamento impianti sciistici

Bolzano Bella - Alberto Filippi

Mi permetto alcune considerazioni, di carattere economico-ambientale, sul dibattito che si è aperto, circa la possibilità di ampliare gli impianti sciistici di Carezza, Brunico e dell'Alta Val Pusteria.
Lo sci richiede molta energia, non solo per il funzionamento degli impianti di risalita. Bisogna mettere in conto i consumi di carburante degli sciatori per raggiungere le località sciistiche; i consumi per l'innevamento delle piste; per la costruzione dei nuovi impianti; per il complesso dei servizi complementari, fra questi quelli relativi al soccorso e al controllo delle piste, con l'ausilio di diversi mezzi: dal gatto delle nevi, all'ambulanza, all'elicottero.Lo sci, oltre ad essere lo sport più energivoro CONTINUA

All’Assessore alla Mobilità Klaus Ladinser.

di Pierluigi Gaianigo

Caro Assessore,
come promesso, Ti invio queste mie note sul Piano urbano della Mobilità (PUM). Le premesse del piano sono buone e tutte condivisibili. Però è un piano che io non posso accettare per 2-3 punti fondamentali. Il primo è di natura culturale. La filosofia del PUM è sostanzialmente quella di lasciare libero l’accesso alla città all’automobile privata senza o con poche restrizioni. Viene proposta la “sistemazione idraulica”, razionale, del fiume traffico in piena. 90.000 autoveicoli entrano oggi in città; 70.000 – 80.000 CONTINUA

Masterplan Bolzano

Bolzano bella

Il risultato finale tanto fumo irrealizzabile perché non ci sono i soldi:

- autostrada in galleria 200 milioni di euro;
- nuovi ponti da 20 milioni di euro l'uno;
- zona verde di rispetto lungo i fiumi;
- traforo del Monte Tondo;
e lo scempio che si realizzerà per la gioia della speculazione edilizia che ha otenuto il suo terreno per realizzare un altro quartiere inutile.
Ciò che invece si doveva fare.. CONTINUA

AAA Sindaco di Bolzano Cercasi

Bolzano bella

  • Non necessariamente di madre lingua italiana
  • Non necessariamente bilingue
  • Non necessariamente appartenente ad un partito politico
  • Che permetta a tutti i gruppi linguistici di esprimersi liberamente, rispettando le radici culturali e storiche di ognuno, senza schierarsi o alimentare paure
  • Che sia indipendente e autonomo dai poteri economici e finanziari locali
  • Che ascolti e dimostri sensibilità verso la parte più debole della cittadinanza CONTINUA

Innevamento artificiale relazione della CIPRA

L’acqua negli impianti di innevamento.

La risorsa acqua assume un ruolo fondamentale. Con 1'000 litri d’acqua, cioè un metro cubo, si possono produrre in media da 2 a 2,5 metri cubi di neve. Per l’innevamento di base (ca. 30 cm di neve, spesso anche di più) di una pista di 1 ettaro, occorrono almeno un milione di litri, cioè 1'000 metri cubi d’acqua, mentre gli innevamenti successivi richiedono, a seconda della situazione, un consumo d’acqua nettamente superiore. In base ad uno studio, con-dotto in Francia, durante la stagione 2002/03, per l’innevamento di un ettaro di piste, sono stati im-piegati circa 4'000 metri cubi d’acqua.5 Con un consumo d’acqua di questa portata, per i 23'800 ha di piste innevabili delle Alpi, occorrono ogni anno circa 95 milioni di metri cubi d’acqua, per produrre ...SCARICA L'INTERO DOCUMENTO

E' possibile a Bolzano una lista ambientalista sull'esempio di Cassinetta di Lugagnano?

Un piano di governo del territorio a crescita zero Data di pubblicazione: 08.03.2008
Autore: Finiguerra, Domenico CONTINUA

Interrogazione sui contributi per l'innevamento artificiale del consigliere provinciale Riccardo dello Sbarba

Comprensorio sciistico Latemar-Carezza Negli ultimi anni il comprensorio sciistico Carazza-Latemar ha mutato profondamente il suo volto. Su iniziativa della società proprietaria degli impianti, la “Latemar Carezza Srl” dell’imprenditore Georg Eisath, CONTINUA

Moschea: la delusione dei Pakistani

Associazione Jinnah Pakistan

Che amarezza e delusione le ultime polemiche sulla Nuova Moschea di viale Trento !

Rappresentiamo la Comunita' Pakistana in Alto Adige, composta ormai da oltre 4000 persone.
Siamo presenti in Alto Adige da oltre 20 anni. Siamo sicuramente una delle 3 Comunita' straniere piu' grande.
Siamo stati costretti ad emigrare dal nostro Paese, ed abbiamo scelto di venire a vivere in Alto Adige..CONTINUA

I consumi divorano il pianeta in 5 anni aumentati del 28%

I dati dello "State of the World 2010", il rapporto del Worldwatch institute. I 500 milioni di d'individui più ricchi del mondo sono responsabili del 50% delle emissioni globali di anidride carbonica
di Antonio Cianciullo (Repubblica)

Qualche zoommata: i bambini inglesi riconoscono più facilmente i diversi Pokémon che le specie di fauna selvatica; i bambini americani di due anni non sono in grado di leggere la lettera M, ma molti riconoscono gli archi a forma di M dei ristoranti McDonald's; due cani pastore tedeschi consumano più risorse in un anno di un abitante medio del Bangladesh. E un dato d'assieme: i 500 milioni di individui più ricchi del mondo (circa il 7 per cento della popolazione globale) sono responsabili del 50 per cento delle emissioni globali di anidride carbonica, CONTINUA

LEGA AMBIENTE:

"Bandiera nera" al comune di Nova Levante

Bandiera nera: Comune di Nova Levante Motivazione: Per la pervicacia con cui cerca uno sviluppo turistico aggressivo e speculativo che non trova fondamenti economici ma che invece risulta distruttivo per l'ambiente di grandissimo valore costituito dalle aree di Carezza-Passo Costalunga Da alcuni anni il Comune di Nova Levante persevera nel proporre un modello di sviluppo turistico aggressivo e speculativo: dalla proposta di un campeggio per camper su terreno agricolo, alla richiesta di ulteriori numerosi posti letto in strutture alberghiere, dalla costruzione di nuove piste e nuovi impianti con enormi disboscamenti e sbancamenti, alla proposta di realizzarne nuovi in ambienti alpestri di grande pregio, dalla realizzazione di impianti di innevamento sovradimensionati alla costruzioni di invasi per detti impianti a forte impatto paesaggistico CONTINUA

MASTERPLAN

Lo spettacolo offerto dal Consiglio Comunale

Bolzano bella - Alberto Filippi
Nel palco riservato al pubblico c'eravamo solo noi: una decina di ambientalisti di varie associazioni e un paio di giornalisti. In discussione il rivoluzionario piano urbanistico che dovrebbe contribuire a far conseguire alla nostra città il titolo di capitale europea della cultura, di capitale mondiale dell'alpinismo, di capitale dell'arte e di capitale delle Alpi.
Fin dalle prime battute siamo rimasti colpiti dal clima pacato e rilassato del dibatto CONTINUA

visit counter