Bolzano Bella - PER SALVARE LA CITTA' DAL BRUTTO CHE AVANZA Tematiche, proposte e segnalazioni dei cittadini. Alberto Filippi - Candidato sindaco 5 Stelle
Alberto Filippi Alberto Filippi su Facebook
candidato sindaco 5 stelle
“ … Noi sappiamo che la terra non appartiene all’uomo, è l’uomo che appartiene alla terra. Questo sappiamo. Tutte le cose sono collegate, come il sangue che unisce una famiglia. Tutto è connesso. Quello che accade alla terra, accade ai figli della terra. L’uomo non ha tessuto la trama della vita, in essa egli non è che un filo. Qualsiasi cosa egli faccia alla trama, lo fa a se stesso.”
(dalla risposta del Capo indiano Seattle al Presidente americano nel 1854)

Proposta di programma sociale per la lista a 5 stelle

di Alberto Filippi

L'occupazione in provincia nell'ultimo trimestre è calata del 4,1%. In un trimestre si è passati da 6000 a 10000 persone in cerca di lavoro. Dal 2008 a oggi il tasso di disoccupazione è aumentato dal 2,4% al 4,1% , vale a dire del 71%. Nell'edilizia il calo degli iscritti alla Cassa edile dal 2007 al 2009, nonostante tutti i cantieri aperti, è devastante, anche se in parte mitigato dal lavoro in nero, raggiunge il 14,12%. E non è finita poiche al momento, parole di Sandro repetto, il settore conta 2036 aziende, di cui 704 industriali e 1332 artigianali (una cifra enorme che dimostra che il settore è saturo).
Il dato è ancora più preoccupante se si considera che l'Alto Adige è la regione italiana più conveniente dal punto di vista fiscale, avendo abolito la doppia imposizione dell'IRAP.
Ma non solo. La provincia sta finanziando con milioni e milioni di euro strutture come BLS, EURAC, LUB, TIS, tutte finalizzate a sostenere le imprese locali attraverso la ricerca di nuove opportunità.
L'ala economica del SVP capitanata dall'assessore Widmann e sostenuta dallo stesso Presidente Durnwalder dimostra un particolare interesse a portare avanti gli interessi privati di alcune imprese. E' il caso della Thun con il progetto Virgolo, della Leitner con la metropolitana leggera , della Società Latemar Carezza, della Wipptaler Bau per la costruzione degli invasi e di altre ancora: quelle già sicure di entrare nel business del secolo con lavori assicurati per un ventennio: il tunnel del Brennero. CONTINUA

Cosa ci ha spinto a realizzare la “lista civica a 5 stelle di Bolzano”

Pensiamo che uno dei motivi che ha unito persone, con scarsa propensione all'attività politica rappresentativa, a formare una lista civica, sia la delusione nei confronti dei maggiori partiti di opposizione e di governo e dei loro alleati, per quanto riguarda, soprattutto, l'incapacità o la mancanza di volontà di perseguire l'interesse pubblico.
Una sfiducia totale che ci impedisce di prendere in considerazione proposte di apparentamento con altri Partiti o Liste che, in ogni modo al secondo turno, si schiererebbero a favore dell'uno o dell'altro polo antagonista.
Sfiducia alimentata anche dalla litigiosità all'interno delle principali formazioni di centro destra e di centro sinistra, dovute principalmente ai troppi aspiranti alla carica di sindaco.
Proprio il contrario di ciò che accade all'interno della nostra lista dove ancora non siamo riusciti a trovare un candidato. La differenza, fra troppi e nessun pretendente alla carica di sindaco, non dipende solo dalle dimensioni della lista e dalle relative probabilità di successo, ma soprattutto dalle ragioni che spingono i candidati a competere nell'arena elettorale CONTINUA

Il sindaco perfetto

di Alberto Filippi

Premesso che il sindaco perfetto può scaturire solo da una rappresentazione paradossale, poiché l'imperfetta natura umana non sarebbe mai capace di generarlo, nulla mi impedisce di partire dal paradosso per cercare di individuare almeno le caratteristiche che dovrebbe possedere il miglior sindaco possibile.
Disponendo di limitate risorse intellettuali e culturali, che mi esonerano dal pretendere una tale carica, per portare a termine la ricerca sono risalito alle fonti del pensiero, che ha plasmato la nostra civiltà, nel tentativo di farmi aiutare da due grandi pensatori dell'antichità che per primi hanno svelato quello che dovrebbe essere lo scopo principale di colui che è chiamato a governare:
si comanda per il vantaggio di chi obbedisce.
Che scoperta! - qualcuno obietterà - non occorre scomodare Socrate e Platone per arrivarci!
Ciò sarebbe vero se non esistessero ancora numerosi i seguaci del sofista Trasimaco per i quali:
"Ogni governo stabilisce le leggi nel suo proprio interesse; e, una volta stabilitele, proclama giusto ciò che è il suo proprio interesse; e se qualcuno le trasgredisce lo punisce come violatore delle leggi della giustizia. La giustizia si identifica così nell'interesse del più forte".
Mi pare che l'argomento, nonostante siano trascorsi circa 2400 anni, sia ancora all'ordine del giorno CONTINUA

Introduzione della spesa leggera con la massima riduzione degli imballaggi

Iniziativa esemplare del Comune di Trento:

Un esempio per i Comuni dell'Alto Adige - Bolzano in primis. Segnalato da Paola Francesconi
“Spesa leggera”, 18 supermercati dichiarano guerra agli imballaggi. Protocollo tra Comune e grande distribuzione per la riduzione dei rifiuti: oggi la firma.
Il sindaco Alessandro Andreatta e i soggetti della Grande Distribuzione operanti nel territorio cittadino hanno firmato oggi un protocollo d’intesa che mira a ridurre la produzione dei rifiuti e, in particolare, di tutti quegli scarti (imballaggi, confezioni, contenitori) che, dal carrello della spesa, finiscono poi direttamente nella spazzatura. Al protocollo hanno aderito 7 gruppi, per un totale di 18 punti vendita, 12 con una superficie superiore ai 400 metri quadrati, 6 più piccoli. Ecco in dettaglio i punti vendita al di sopra dei 400 metri quadrati:CONTINUA

Per una lista di cittadini che indica primarie precluse ai partiti ed ai loro rappresentanti

di Luca Marcon: http://lucamarcon.wordpress.com

Che il sistema di selezione dei nostri governanti - ovvero l'applicazione pratica dei fondamenti della democrazia rappresentativa - abbia da tempo imboccato la strada di una crisi politica che potrebbe divenire irreversibile, nessuno ormai è più in grado di negarlo. Due settimane fa si è scritto del combinato tra esercizio "fuori scena" del potere e la sua conduzione da parte di oligarchie di politici "professionisti". Riguardo a questi ultimi, è arrivato il momento di occuparsi dei partiti: vale a dire, gli strumenti con i quali queste oligarchie si perpetuano mantenendo intatto il loro potere.Di cosa sia un partito, più o meno ne sono tutti al corrente. Secondo il politologo Giovanni Sartori, CONTINUA

Gli uccelli d’amianto volarono sulla città

Alberto Filippi - Bolzano Bella

Walter Benjamin:”Il carattere distruttivo - l’orrore del quotidiano” ....a Bolzano

“Fine maggio, inizi giugno 2008: un elicottero passa sopra lo stabilimento “R” (R come rifiniture) delle Acciaierie Valbruna, in prossimità dell’autostrada, ed ecco che altri uccelli dalle ali grigie e stanche si librano in aria per unirsi al suo volo: sono le onduline d’amianto che si sono staccate dal tetto dello stabilimento. Dopo un breve volo, gli uccelli precipitano nel piazzale della società Gasser, concessionaria dell’Iveco”. Questo è il racconto di un testimone.
Il seguito è facile da intuire: probabilmente (almeno così speriamo) le onduline non finirono in testa a nessuno (altrimenti la notizia forse.. sarebbe uscita sui giornali) e il materiale fu sgombrato d’intesa fra le due società, ma come e da chi non si sa. Non ci si può fare a meno di chiedere quanti frammenti del mortale materiale, liberati nell’impatto con il suolo, continuino ancor oggi a sollevarsi in aria al primo soffio di vento CONTINUA

Dal blog di Beppe Grillo

http://www.beppegrillo.it/

Gli uomini sono usciti dalla caverne e hanno cominciato a costruire capanne e poi case e poi a speculare sulle case. Il cavernicolo era forse un troglodita, ma non un distruttore dell'ambiente a scopo di lucro.
In Italia si continuano a costruire palazzi su palazzi, mentre il numero degli immobili sfitti e in vendita aumenta. Chi costruisce e perché se manca la domanda? Insomma, chi ci guadagna a costruire capannoni in vendita e grattacieli vuoti? Il mattone è la lavanderia del riciclaggio o il rifugio dei fessi?

Testo "Chaos economy"

di Eugenio Benetazzo (operatore di borsa indipendente, giornalista e scrittore)

Questa settimana parliamo del mercato immobiliare e delle sue possibili evoluzioni. Abbiamo visto come i Paesi occidentali abbiano subito una profonda contrazione. Mi riferisco per esempio a Inghilterra, Stati Uniti, Spagna etc., anche per l’Italia possiamo prevedere una situazione scoraggiante per i prossimi anni. Lo dicono fior di disamine dalla stampa di settore e non. Cominciamo da quello che è stato il mercato immobiliare in Italia negli ultimi 10 anni, di fatto un vero e proprio boom edilizio CONTINUA

POLITICI: il primo cittadino che vorrei

di Luca Marcon http://lucamarcon.wordpress.com/

8 febbraio 2010

Joseph Pulitzer.
Non esiste delitto, inganno, trucco, imbroglio e vizio che non vivano della loro segretezza. Portate alla luce del giorno questi segreti, descriveteli, rendeteli ridicoli agli occhi di tutti e prima o poi la pubblica opinione li getterà via. La sola divulgazione di per sé non è forse sufficiente, ma è l'unico mezzo senza il quale falliscono tutti gli altri.


Elezioni del 2010: una proposta politica: CONTINUA

Il perché di una lista sofferta

di Alberto Filippi

La crisi della politica è ormai evidente e non servono le statistiche e i sondaggi per dimostrarla: la sfiducia dei cittadini nei partiti continua ad aumentare e sarà difficile arrestarla.
Le decisioni, da tempo, sono prese fuori dai palazzi della politica, da comitati di affari di cui fanno parte, in veste subordinata, uomini politici, pagati dai contribuenti, ma che agiscono nell’interesse prevalente della grande imprenditoria, che non paga le tasse dovute e che approfitta degli scudi fiscali per far rientrare i capitali, giustificando la cultura dell’illegalità.
Ciò non accade solo nell’Italia della corruzione, della concussione e degli scandali infiniti, guidata in prima persona dall’uomo più ricco, un sultano degli affari che si avvale di una vasta corte di politici alle sue dirette dipendenze.

Non ci si deve illudere CONTINUA

La cultura dell'illegalità

Bolzano bella - Albeto Filippi

La crescita economica dell'occidente - si sostiene, citando Adam Smith - sia dovuta in buona parte alla "mano invisibile" che spinta dalla forza dell'amor proprio crea ricchezza e benessere.
Rousseau non ne era convinto e distingueva fra l' "amor di sé" e l' "amor proprio". Il primo era giustificato poiché riguardava l'istinto naturale di sopravvivenza. Riguardo alle finalità dell'amor proprio aveva invece seri dubbi sull'utilità, oltre che sulla moralità poiché significava non solo giustificare la cupidigia umana, ma addirittura darle un valore etico sociale.
Nel mondo globalizzato odierno sembra non basti più la mano invisibile e l'amor proprio per raggiungere la massima felicità possibile CONTINUA

Un programma a 5 stelle per Bolzano

Alessandro Borzaga - meetup-amici di Grillo

UNA LISTA DI CITTADINI PER LE ELEZIONI COMUNALI DEL 2010

Perché una lista?
-per contrastare la cultura dilagante della illegalità (lavoro nero, corruzione, concussione, speculazione edilizia)
-per contare di più nella difesa del territorio dalla cementificazione del partito unico degli affari
-per essere una spina nel fianco nelle votazioni in consiglio comunale e nelle commission
i -per rappresentare maggiormente le istanze e i valori dei movimenti che lavorano per l’ambiente, i diritti umani, la solidarietà tra i popoli e la pace
-perché, anche se non crediamo in questo modo di fare politica forse possiamo essere più efficaci nell’influenzare scelte che riguardano tutti i cittadini ..CONTINUA

Ampliamento impianti sciistici

Bolzano Bella - Alberto Filippi

Mi permetto alcune considerazioni, di carattere economico-ambientale, sul dibattito che si è aperto, circa la possibilità di ampliare gli impianti sciistici di Carezza, Brunico e dell'Alta Val Pusteria.
Lo sci richiede molta energia, non solo per il funzionamento degli impianti di risalita. Bisogna mettere in conto i consumi di carburante degli sciatori per raggiungere le località sciistiche; i consumi per l'innevamento delle piste; per la costruzione dei nuovi impianti; per il complesso dei servizi complementari, fra questi quelli relativi al soccorso e al controllo delle piste, con l'ausilio di diversi mezzi: dal gatto delle nevi, all'ambulanza, all'elicottero.Lo sci, oltre ad essere lo sport più energivoro CONTINUA

All’Assessore alla Mobilità Klaus Ladinser.

di Pierluigi Gaianigo

Caro Assessore,
come promesso, Ti invio queste mie note sul Piano urbano della Mobilità (PUM). Le premesse del piano sono buone e tutte condivisibili. Però è un piano che io non posso accettare per 2-3 punti fondamentali. Il primo è di natura culturale. La filosofia del PUM è sostanzialmente quella di lasciare libero l’accesso alla città all’automobile privata senza o con poche restrizioni. Viene proposta la “sistemazione idraulica”, razionale, del fiume traffico in piena. 90.000 autoveicoli entrano oggi in città; 70.000 – 80.000 CONTINUA

Masterplan Bolzano

Bolzano bella

Il risultato finale tanto fumo irrealizzabile perché non ci sono i soldi:

- autostrada in galleria 200 milioni di euro;
- nuovi ponti da 20 milioni di euro l'uno;
- zona verde di rispetto lungo i fiumi;
- traforo del Monte Tondo;
e lo scempio che si realizzerà per la gioia della speculazione edilizia che ha otenuto il suo terreno per realizzare un altro quartiere inutile.
Ciò che invece si doveva fare.. CONTINUA

AAA Sindaco di Bolzano Cercasi

Bolzano bella

  • Non necessariamente di madre lingua italiana
  • Non necessariamente bilingue
  • Non necessariamente appartenente ad un partito politico
  • Che permetta a tutti i gruppi linguistici di esprimersi liberamente, rispettando le radici culturali e storiche di ognuno, senza schierarsi o alimentare paure
  • Che sia indipendente e autonomo dai poteri economici e finanziari locali
  • Che ascolti e dimostri sensibilità verso la parte più debole della cittadinanza CONTINUA

Innevamento artificiale relazione della CIPRA

L’acqua negli impianti di innevamento.

La risorsa acqua assume un ruolo fondamentale. Con 1'000 litri d’acqua, cioè un metro cubo, si possono produrre in media da 2 a 2,5 metri cubi di neve. Per l’innevamento di base (ca. 30 cm di neve, spesso anche di più) di una pista di 1 ettaro, occorrono almeno un milione di litri, cioè 1'000 metri cubi d’acqua, mentre gli innevamenti successivi richiedono, a seconda della situazione, un consumo d’acqua nettamente superiore. In base ad uno studio, con-dotto in Francia, durante la stagione 2002/03, per l’innevamento di un ettaro di piste, sono stati im-piegati circa 4'000 metri cubi d’acqua.5 Con un consumo d’acqua di questa portata, per i 23'800 ha di piste innevabili delle Alpi, occorrono ogni anno circa 95 milioni di metri cubi d’acqua, per produrre ...SCARICA L'INTERO DOCUMENTO

E' possibile a Bolzano una lista ambientalista sull'esempio di Cassinetta di Lugagnano?

Un piano di governo del territorio a crescita zero Data di pubblicazione: 08.03.2008
Autore: Finiguerra, Domenico CONTINUA

Interrogazione sui contributi per l'innevamento artificiale del consigliere provinciale Riccardo dello Sbarba

Comprensorio sciistico Latemar-Carezza Negli ultimi anni il comprensorio sciistico Carazza-Latemar ha mutato profondamente il suo volto. Su iniziativa della società proprietaria degli impianti, la “Latemar Carezza Srl” dell’imprenditore Georg Eisath, CONTINUA

Moschea: la delusione dei Pakistani

Associazione Jinnah Pakistan

Che amarezza e delusione le ultime polemiche sulla Nuova Moschea di viale Trento !

Rappresentiamo la Comunita' Pakistana in Alto Adige, composta ormai da oltre 4000 persone.
Siamo presenti in Alto Adige da oltre 20 anni. Siamo sicuramente una delle 3 Comunita' straniere piu' grande.
Siamo stati costretti ad emigrare dal nostro Paese, ed abbiamo scelto di venire a vivere in Alto Adige..CONTINUA

I consumi divorano il pianeta in 5 anni aumentati del 28%

I dati dello "State of the World 2010", il rapporto del Worldwatch institute. I 500 milioni di d'individui più ricchi del mondo sono responsabili del 50% delle emissioni globali di anidride carbonica
di Antonio Cianciullo (Repubblica)

Qualche zoommata: i bambini inglesi riconoscono più facilmente i diversi Pokémon che le specie di fauna selvatica; i bambini americani di due anni non sono in grado di leggere la lettera M, ma molti riconoscono gli archi a forma di M dei ristoranti McDonald's; due cani pastore tedeschi consumano più risorse in un anno di un abitante medio del Bangladesh. E un dato d'assieme: i 500 milioni di individui più ricchi del mondo (circa il 7 per cento della popolazione globale) sono responsabili del 50 per cento delle emissioni globali di anidride carbonica, CONTINUA

LEGA AMBIENTE:

"Bandiera nera" al comune di Nova Levante

Bandiera nera: Comune di Nova Levante Motivazione: Per la pervicacia con cui cerca uno sviluppo turistico aggressivo e speculativo che non trova fondamenti economici ma che invece risulta distruttivo per l'ambiente di grandissimo valore costituito dalle aree di Carezza-Passo Costalunga Da alcuni anni il Comune di Nova Levante persevera nel proporre un modello di sviluppo turistico aggressivo e speculativo: dalla proposta di un campeggio per camper su terreno agricolo, alla richiesta di ulteriori numerosi posti letto in strutture alberghiere, dalla costruzione di nuove piste e nuovi impianti con enormi disboscamenti e sbancamenti, alla proposta di realizzarne nuovi in ambienti alpestri di grande pregio, dalla realizzazione di impianti di innevamento sovradimensionati alla costruzioni di invasi per detti impianti a forte impatto paesaggistico CONTINUA

MASTERPLAN

Lo spettacolo offerto dal Consiglio Comunale

Bolzano bella - Alberto Filippi
Nel palco riservato al pubblico c'eravamo solo noi: una decina di ambientalisti di varie associazioni e un paio di giornalisti. In discussione il rivoluzionario piano urbanistico che dovrebbe contribuire a far conseguire alla nostra città il titolo di capitale europea della cultura, di capitale mondiale dell'alpinismo, di capitale dell'arte e di capitale delle Alpi.
Fin dalle prime battute siamo rimasti colpiti dal clima pacato e rilassato del dibatto CONTINUA

visit counter